Crea sito

LEZIONE 12: FRASI NEGATIVE (1a parte)

Nelle lezioni precedenti è stato spiegato il PRESENTE INDICATIVO dei verbi tedeschi. In questa lezione sarà quindi spiegato come formare la negazione con questo tempo verbale.

Per sapere come formare la negazione anche con tempi verbali composti, si vada alla lezione 60 (FRASI NEGATIVE 2).

Si vada anche alla pagina "TUTTO SULL'USO DI NICHTdel blog associato al sito per avere informazioni in più sulla negazione in tedesco.

In tedesco la negazione viene espressa attraverso l'avverbio NICHT

La formula in generale da utilizzare, per formare una negazione, è la seguente:

SOGGETTO + VERBO REGGENTE LA FRASE + NICHT (+ predicato nominale/ predicato nominale espresso da un nome proprio/ aggettivo qualificativo predicativo/ avverbio (non di tempo)/ numerale cardinale/ complemento preceduto da preposizione)

Da NICHT deriva la parola "NICHTS" che vuol dire "nulla, niente", la quale, come sostantivo, è di genere neutro (das Nichts).

A questo punto occorre spiegare che in tedesco NON SI PUO' USARE LA DOPPIA NEGAZIONE, altrimenti diventa un'affermazione: se si usa NICHT non si può usare NICHTS, e viceversa.

Esempi:

AFFERMAZIONE: Ich esse = Io mangio

NEGAZIONE: Ich esse NICHT = Io non mangio

NEGAZIONE: Ich esse NICHTS = Io non mangio nulla

Non si può dire:

Ich esse nicht nichts

NICHT si pone sempre (o quasi sempre) direttamente DOPO il verbo. Ecco quali sono i casi in cui questo succede:

1) quando non sono presenti complementi:

AFFERMAZIONE: Ich schlafe = Io dormo

NEGAZIONE: Ich schlafe nicht = Io non dormo

2) in presenza di predicato nominale (quella parte della frase che segue il verbo "SEIN", cioè "essere", la copula)

AFFERMAZIONE: Er ist der Lehrer = Lui è il maestro

NEGAZIONE: Er ist nicht der Lehrer = Lui non è il maestro

3) quando il predicato nominale è espresso da un nome proprio:

AFFERMAZIONE: Sie ist Laura = Lei è Laura

NEGAZIONE: Sie ist nicht Laura Lei non è Laura

4) in presenza di aggettivo qualificativo predicativo (cioè che va dopo il verbo "SEIN"):

AFFERMAZIONE: Du bist sympathisch = Tu sei simpatico

NEGAZIONE: Du bist nicht sympathisch = Tu non sei simpatico

5) con un avverbio NON DI TEMPO posto dopo il verbo:

AFFERMAZIONE: Ich singe sehr gut = Io canto molto bene

NEGAZIONE: Ich singe nicht sehr gut = Io non canto molto bene

6) quando è presente un aggettivo numerale cardinale:

AFFERMAZIONE: Er hat zwei Schwestern = Lui ha due sorelle

NEGAZIONE: Er hat nicht zwei Schwestern = Lui non ha due sorelle

7) con un complemento preceduto da preposizione:

AFFERMAZIONE: Er fährt mit dem Fahrrad zur SchuleLui va a scuola con la bicicletta

NEGAZIONE: Er fährt nicht mit dem Fahrrad zur SchuleLui non va a scuola con la bicicletta

"NICHT"  viene quindi sempre utilizzato subito DOPO il verbo che regge la frase, o meglio, viene posto subito dopo il verbo quando si vuole negare ciò che viene dopo:

- il verbo in assenza di complementi

Ich schlafe nicht = io non dormo

- il predicato nominale (complemento che segue "SEIN"), sia esso espresso da un nome comune o da un nome proprio:

Es ist nicht der Lehrer = lui non è il maestro

Sie ist nicht Laura = lei non è Laura

- l'aggettivo predicativo o l'avverbio (NON di tempo):

Du bist nicht sympatisch = tu non sei simpatico

Ich singe nicht sehr gut = io non canto molto bene

- il numerale cardinale:

Er hat nicht zwei Schwestern =  lui non ha due sorelle

- il complemento preceduto da preposizione:

Er fährt nicht mit dem Fahrrad zur Schule = lui non va a scuola con la bicicletta

Tuttavia, NICHT non segue direttamente il verbo in alcuni casi. Ad esempio:

1) Quando ciò che si vuole negare è il verbo ma all'interno della frase è presente l'avverbio di tempo o dei COMPLEMENTI NON INTRODOTTI DA PREPOSIZIONI (compresi nomi propri). In questo caso "NICHT"  SEGUE l'avverbio e i complementi.

ESEMPIO:

Ich lerne heute nicht = Io oggi non studio

Significa "oggi faccio un'altra cosa".

Dire: "Ich lerne nicht heute" significa negare "heute" (oggi) e quindi è vero che studio, ma non oggi. La frase non avrebbe senso, quindi non si usa.

ESEMPIO:

Ich esse den Apfel nicht = Io non mangio la mela

Cioè: "io non mangio la mela, uso la mela per altri scopi.

Dire: "Ich esse nicht den Apfel" significa negare "den Apfel" (la mela) e quindi è vero che mangio, ma non la mela. Bisognerebbe aggiungere quindi un'alternativa, per poter porre l'avverbio NICHT direttamente dopo il verbo.

ESEMPIO:

Ich esse nicht den Apfel, sondern die Apfelsine = io non mangio la mela, bensì l'arancia

Se l'alternativa non è presente, coi complementi non preceduti da preposizione bisogna sempre mettere NICHT dopo il complemento, anche quando questo è espresso da un nome proprio:

Ich esse heute den Apfel nicht = Io oggi non mangio la mela

Er liebt Laura nicht = lui non ama Laura

Nei due casi soprastanti, ciò che viene negato è il verbo e non i complementi, quindi NICHT va in fondo.

ATTENZIONE! Come già detto, la regola non vale se i complementi sono preceduti da PREPOSIZIONE. In tal caso, "NICHT" viene posto DOPO il verbo reggente, come  già spiegato.

Ich lerne nicht zu Hause = Non studio a casa

Ich gehe nicht in die Schule = Non vado a scuola

2) Quando è presente un pronome personale (o più di uno) che esprime il complemento OGGETTO o  il complemento DI TERMINE (vale a dire, rispettivamente un pronome complemento diretto o indiretto). In questo caso, "NICHT" viene usato subito DOPO i pronomi (i pronomi personali COMPLEMENTO saranno spiegati nella lezione 17: PRONOMI PERSONALI 2):

Heute schreibe ich ihr nicht = Oggi non le scrivo

Ich sage es dir nicht = Non te lo dico

Questo accade anche se il pronome è RIFLESSIVO:

Ich wasche mich nicht = Non mi lavo

Ciò non vale se all'interno della frase vi sono pronomi preceduti da una PREPOSIZIONE:

Ich spreche nicht mit dir = Non parlo con te

3) Se un complemento (o un pronome) è preceduto da preposizione e uno no, il complemento (o pronome) senza preposizione va messo per primo, e NICHT va subito dopo:

Ich sage es nicht mit Ungezogenheit = Non lo dico con impertinenza

4) Quando il SOGGETTO è posto DOPO il verbo all'interno di una frase. In questo caso "NICHT" SEGUE il soggetto.

Heute arbeite ich nicht Oggi non lavoro

Uso di "KEIN"

Oltre che con NICHT, la negazione in tedesco può anche essere resa con KEIN/E, che è la forma negativa dell'articolo indeterminativo EIN/E.  

EIN: articolo indeterminativo maschile e neutro → al negativo diventa KEIN

EINE: articolo indeterminativo femminile → al negativo diventa KEINE

KEIN/E corrisponde alla forma contratta dell'espressione "NICHT EIN/E", che però risulta cacofonica e per questo non è utilizzata: al suo posto è preferito KEIN.

Infatti, la frase "Non sono uno studente" non si traduce come:

Ich bin nicht ein Student 

ma:

Ich bin kein Student

In italiano "KEIN/E" può essere tradotto anche con l'aggettivo indefinito "nessuno/a":

Ich habe keinen Hund = io non ho nessun cane/ io non ho un cane

Questo articolo (KEIN) è stato spiegato anche nella lezione 5 (ARTICOLI E GENERE DEI SOSTANTIVI) e la sua declinazione è stata spiegata nella lezione 6: DECLINAZIONI 1.

NICHT e KEIN non possono essere utilizzati insieme, innanzitutto perché, come già detto, una doppia negazione corrisponde ad un'affermazione. Ma c'è anche un altro motivo:

1) NICHT è un avverbio, e come tale nega il VERBO, l'AGGETTIVO (qualificativo e numerale) o un altro AVVERBIO

2) KEIN/E è un articolo, e come tale nega il SOSTANTIVO 

Tuttavia, KEIN non può essere usato quando il sostantivo è preceduto da ARTICOLO  DETERMINATIVO, perché KEIN è un articolo INDETERMINATIVO (significa appunto "NICHT EIN"). Perciò, in questi casi, al suo posto deve essere usato NICHT:

Ich lese kein Buch = Io non leggo un/nessun libro

Ich lese das Buch nicht = Io non leggo il libro

NICHT deve essere utilizzato anche davanti a sostantivi preceduti da un AGGETTIVO POSSESSIVO perché, come si vedrà nelle prossime lezioni, in tedesco l'aggettivo possessivo non può essere preceduto da nessun articolo.

Du bist nicht sein Rechtsanwalt = Tu non sei il suo avvocato   

Nella frase soprastante, "sein Rechtsanwalt" è predicato nominale, quindi NICHT va dopo il verbo.

Er liebt seine Schule nicht = Non ama la sua scuola

Nella frase soprastante, "seine Schule" è complemento oggetto, quindi NICHT va dopo questo complemento.

Infine, come già accennato sopra, NICHT si deve utilizzare anche insieme ai NOMI PROPRI che seprimono un complemento, perché ovviamente non si può mettere l'articolo indeterminativo (EIN/E) davanti a un nome proprio.

Ich ertrage Johann nicht = Non sopporto Johann

Tuttavia, quando in tedesco l'articolo e l'aggettivo possessivo davanti a un sostantivo sono ASSENTI (e quindi si parla di un concetto generico), per formare la negazione bisogna utilizzare sempre KEIN al posto di NICHT:

Ich mag Schokolade = mi piace la cioccolata

Ich mag keine Schokolade = non mi piace la cioccolata (in generale)

Ricapitolando...

NICHT si usa in tutti i casi, tranne davanti a un sostantivo preceduto da ARTICOLO INDETERMINATIVO (ein-eine) oppure non introdotto né da articolo né da aggettivo possessivo (cioè quando si tratta di un concetto generico).

In questi tre casi si usa infatti:

KEIN: davanti a sostantivo maschile o neutro (caso NOMINATIVO)

KEINE: davanti a sostantivo femminile (caso NOMINATIVO)

All'ACCUSATIVO, cioè quando precedono il complemento oggetto, diventano (come già spiegato nella LEZIONE 5 e nella LEZIONE 6):

KEINEN: davanti a sostantivo maschile

KEIN: davanti a sostantivo neutro

KEINE: davanti a sostantivo femminile

"NICHT" SI USA SEMPRE DIRETTAMENTE DOPO IL VERBO CHE REGGE LA FRASE, TRANNE QUANDO:

1) all'interno della frase è presente un avverbio di tempo (o il complemento di tempo in generale) oppure un COMPLEMENTO non introdotto da preposizioni (ma introdotto da articolo determinativo, aggettivo possessivo o espresso da un nome proprio).

2) complemento oggetto o di termine sono rappresentati da PRONOMI PERSONALI non introdotti da preposizioni.

3) il SOGGETTO ed il verbo sono invertiti di posto.

In questi 3 casi, NICHT deve essere posizionato DOPO queste parti del discorso.