Crea sito

LEZIONE 27: AGGETTIVI POSSESSIVI

Il complemento di specificazione, in tedesco, viene reso declinando al genitivo l'articolo (determinativo o indeterminativo) e/o l'aggettivo (qualificativo, indefinito, dimostrativo, ecc.) che precedono il sostantivo riferito al possessore. Ma se il sostantivo in questione è maschile o neutro, anch'esso deve essere declinato al genitivo per accompagnare l'articolo o aggettivo da cui è preceduto, come spiegato nella lezione 7: DECLINAZIONI 2.

des Mannes = dell'uomo

dieses Mannes = di quest'uomo

Quando, al posto del sostantivo che indica il possessore, vi è un NOME PROPRIO singolare (sia esso maschile o femminile), anche questo deve essere declinato aggiungendo una S.

Esempi:

Die Werke Goethes = le opere di Goethe

Der Hut Wilhelms = il cappello di Wilhelm

Der Hund Gertruds = il cane di Gertrud

La formula è:

COSA POSSEDUTA + POSSESSORE con l'aggiunta di una S

Al posto di questa formula si può usare il "genitivo sassone" come quello che si usa in inglese (formula: POSSESSORE + 'S + COSA POSSEDUTA SENZA ARTICOLO DAVANTI), che è una forma più utilizzata. In tedesco, però, a differenza del genitivo sassone inglese, non si mette l'apostrofo tra il possessore e la S del genitivo sassone:

POSSESSORE con l'aggiunta di una S + COSA POSSEDUTA SENZA ARTICOLO DAVANTI

Esempio:

Wilhelms Hut = il cappello di Wilhelm

Se però il nome proprio finisce per S, SS, ß, Z, TS, TZ e X, la "S" non viene più aggiunta in nessuno dei due casi, ma bisogna esprimere il complemento di specificazione in altro modo:

1) sempre utilizzando il genitivo sassone ma mettendo l'apostrofo tra il possessore e la cosa posseduta invece della S:

Thomas' Lehrer = l'insegnante di Thomas

2) utilizzando la preposizione "VON" (+ dativo = di.

Der Lehrer von Thomas = l'insegnante di Thomas

3) facendo precedere il nome del possessore dall'articolo determinativo declinato al genitivo (questa formula si usa soprattutto coi nomi di personaggi arcaici, celebri; oppure nel tedesco parlato in Austria e nella Germania meridionale, in cui si è soliti aggiungere un articolo determinativo davanti ai nomi propri):

Die Werke des Aristoteles = le opere di Aristotele

Das Haus der Rosmarie = la casa di (della) Rosmarie

AGGETTIVI POSSESSIVI

Gli aggettivi possessivi, in tedesco, sono i seguenti:

Per la 1a persona singolare: MEIN

Per la 2a persona singolare: DEIN

Per la 3a persona singolare: SEIN (possessore maschile e neutro)/ IHR (possessore femminile)

Per la 1a persona plurale: UNSER

Per la 2a persona plurale: EUER/EURE 

Per la 3a persona plurale (e per il pronome di cortesia): IHR

Come si può vedere, in tedesco "suo" si dice in due modi diversi a seconda che il possessore sia di genere maschile (o neutro) o femminile.

Suo (di lui) = Sein

Suo (di lei) = Ihr

L'aggettivo possessivo è scritto sempre con la lettera minuscola tranne, ovviamente, quando si riferisce alla forma di cortesia:

Wann ist ihr Termin? = Quand'è il suo (di lei) appuntamento?

Wann ist Ihr Termin? = Quand'è il suo (forma di cortesia) appuntamento?

All'interno di una frase questi aggettivi prendono delle particolari desinenze. Infatti gli aggettivi possessivi, essendo appunto aggettivi, in tedesco si declinano attraverso particolari desinenze a seconda delle caratteristiche della cosa posseduta: il suo numero (singolare, plurale), il suo genere (maschile, femminile o neutro) e il caso in cui si trova (nominativo, accusativo, dativo, genitivo), proprio come gli aggettivi attributivi. Tuttavia, le desinenze che vengono assunte non sono le stesse degli aggettivi attributivi, bensì quelle dell'articolo indeterminativo EIN/EINE (uno/a).

Si riveda un attimo la declinazione di questo articolo:

                M                            F                            N                  PLUR.

N            ein                       eine                  ein                     -

A            einen                   eine                 ein                     -   

D            einem                 einer             einem                 -

          eines                  einer               eines                  -

Le desinenze, pertanto, sono le seguenti:

                  M                          F                         N                      PLUR.

N                -                       -e                      -                         -

A               - en                   -e                       -                        -

D               - em                - er                 - em                      -

G                 -es                  -er                   -es                        -

Ovviamente, il plurale non c'è perchè gli articoli indeterminativi non hanno il plurale. Le desinenze degli aggettivi possessivi al plurale, dunque, sono quelle degli articoli determinativi:

          PLUR.

N          - e     

A           - e  

D         - en

       - er

Si guardi ad esempio la declinazione di MEIN = mio.

                M                               F                      N                  PLUR.

N            mein                        meine                mein              meine

A             meinen                     meine                mein              mein

D           meinem                    meiner              meinem         meinen      

G           meines                    meiner             meines          meiner

Molto particolare è la declinazione di EUER/EURE = vostro, perché la radice cambia. Si guardi infatti come viene declinato:

                M                               F                       N                    PLUR.

N            euer                        eure                   euer                eure

A           euren                     eure                  euer               eure

D           eurem                      eurer                  eurem             euren

G           eures                    eurer                  eures              eurer

EUER si usa soltanto al NOMINATIVO SINGOLARE maschile e neutro, e all'ACCUSATIVO SINGOLARE neutro. In tutti gli altri casi la radice è EUR-.

Quindi, ricapitolando, gli aggettivi possessivi sono (tutti al nominativo):

M                      F                      N           PLUR.            

mein             meine          mein        meine             mio/a  

dein               deine           dein        deine               tuo/a       

sein              seine           sein           seine                  suo/a        (di lui)

ihr                 ihre              ihr              ihre                suo/a         (di lei)

unser           unsere        unser          unsere              nostro/a  

euer              eure            euer           eure                 vostro/a                    

ihr                 ihre              ihr            ihre                    loro

Gli aggettivi possessivi tedeschi vengono utilizzati in maniera simile all'italiano, tranne per il fatto che esiste un aggettivo possessivo per un possessore maschile e neutro (SEIN) e per un possessore femminile (IHR).

Un'altra differenza è che NON DEVONO MAI ESSERE PRECEDUTI DALL'ARTICOLO!

Si dice infatti:

Mein Vater

e non

Der Mein Vater!

Come già detto, le desinenze che assumono sono le stesse degli articoli INDETERMINATIVI ( + quelle degli articoli DETERMINATIVI al plurale).

                                  MASCH                  FEMM               NEU                  PLUR

N                                  -                              -e                   -                     -e 

                             -en                          -e                    -                      -e               

D                                 -em                         -er                -em                -en

G                              -es                          -er                  -es                  -er

Attenzione al sostantivo a cui si accompagnano, quello che esprime la cosa posseduta: ovviamente, come nel caso degli articoli determinativi ed indeterminativi, i sostantivi MASCHILI e NEUTRI della DECLINAZIONE FORTE al genitivo singolare aggiungono una - ES/S e tutti i sostantivi PLURALI al dativo aggiungono una - N.

ESEMPIO:

BRUDER (fratello): sostantivo maschile

Di mio fratello = meines Bruders   

Ai miei fratelli meinen Brüdern

Ma i sostantivi MASCHILI della DECLINAZIONE DEBOLE aggiungono - EN, in tutti i casi diversi dal nominativo singolare:

ESEMPIO:

ARCHITEKT (architetto): sostantivo maschile

Al mio architetto = meinem Architekten

Del mio architetto = meines Architekten

Ai miei architetti = meinen Architekten

Dopo aver studiato questa lezione, si guardi anche la lezione successiva (lezione 28: PRONOMI POSSESSIVI).

Si vada anche all'appendice ESERCIZIO SUGLI AGGETTIVI POSSESSIVI per testare le proprie conoscenze su questa lezione.