Crea sito

LEZIONE 54: PRONOMI INDEFINITI

In questa lezione saranno spiegati i pronomi e gli aggettivi indefiniti utilizzati in tedesco. E' importante ricordare che tutti i pronomi e aggettivi indefiniti si declinano allo stesso modo degli articol determinativi, e cioè come spiegato nella lezione 6.

L'aggettivo indefinito "VIEL" (molto) è stato già spiegato nella lezione 14 sugli AGGETTIVI QUALIFICATIVI.

1) "Si" impersonale

MAN

In italiano si usa il pronome impersonale "si" per esprimere un'azione compiuta da un soggetto non ben chiaro. Esempi:

Si mangia!

Si va al mare?

E se si andasse al cinema?

Il pronome impersonale "SI" italiano, in tedesco è espresso invece con:

MAN + verbo alla 3a persona singolare

ESEMPI:

Man geht nach Hause! = Si va a casa!

Man lebt nur einmal! = Si vive una volta sola!

Man kann die Vorstellung sehen = Si può vedere lo spettacolo

Wohin geht man bitte zum Dom? = Dove si va per il Duomo, prego?

Come si può vedere dall'ultima frase, MAN, essendo il soggetto della frase, nelle domande si inverte di posto col verbo.

Tuttavia, la forma "MAN" si usa solo al NOMINATIVO, quando appunto esprime il soggetto della frase. Al DATIVO e all'ACCUSATIVO diventa:

- einen (ACCUSATIVO)

- einem (DATIVO)

ESEMPIO:

Du machst einen irre! Fai diventare pazzi!

L'aggettivo IRRE (pazzo) in questo caso è PREDICATIVO, quindi non si declina.

L'aggettivo possessivo riferito a "MAN" è SEIN (suo, di lui) e in italiano si traduce con "suo, proprio".

ESEMPIO:

Man muss sein Schicksal erfüllt  = Si deve adempiere al proprio destino

Ovviamente, "SEIN" (aggettivo possessivo, non verbo essere!)  si declina come un normale aggettivo possessivo.

E' corretto dire anche "SEIN SELBST" (se stesso), e non solamente SICH SELBST (se stesso), espressione già spiegata nella lezione sui PRONOMI PERSONALI 2 !

Man muss sein selbst/ sich selbst sein = Bisogna/si deve essere se stessi

Quando si riferisce al pronome MAN, " se stesso" può essere detto anche "MAN SELBST":

Es ist gar nicht leicht, man selbst zu bleiben = non è per niente facile rimanere se stessi

2) Qualcuno, qualcuna

JEMAND (l'accento è sulla E)

Significa "qualcuno" ed è un derivato di MAN. E' uguale per tutti i generi (maschile, femminile e neutro).

Questo pronome indefinito presenta una doppia declinazione, ed entrambe si possono utilizzare indistintamente:

Declinazione più complessa:

N               jemand

A               jemanden

D               jemandem

G              jemandes

Declinazione più semplice:

N                jemand

A                jemand

D                jemand

G                jemandes

Si usa sia per dire "qualcuno in generale" sia per dire "qualcuno appartenente a un certo gruppo" . In quest'ultimo caso è seguito però da VON / UNTER + dativo.

ESEMPI:

Jemand hat meinen Imbiss gegessen = Qualcuno ha mangiato la mia merenda 

Hat jemand von euch meine Tasche gesehen? = Qualcuno di voi ha visto la mia borsa?

Al suo posto possono essere usati altri pronomi con lo stesso significato:

1) IRGENDWER (qualcuno), con l'accento sulla seconda EQuesto pronome si declina come il pronome WER già incontrato nella lezione 11:

N    irgendwer

A     irgendwen

D    irgendwem

      - 

Irgendwer hat meinen Imbiss gegessen = Qualcuno ha mangiato la mia merenda

IRGEND è un avverbio, e come tale è indeclinabile. Letteralmente significa "qualsiasi, qualunque" e, quando usato da solo (non legato a un altro pronome o avverbio), è seguito da un articolo indeterminativo:

Auf irgend eine Art = in un qualche modo

Spesso, però, non è utilizzato da solo ma legato ad altri pronomi o avverbi che ne cambiano il significato (questo suo uso è già stato accennato nella lezione sugli AVVERBI).

Viene infatti usato legato a:

- WO → IRGENDWO =  da qualche parte (stato in luogo)

- WOHIN → IRGENDWOHIN = da qualche parte (moto a luogo)

- WIE IRGENDWIE = in qualche modo

- WAS → IRGENDWAS = qualunque cosa

E, come abbiamo appena, detto:

- WER → IRGENDWER = qualcuno (nel senso di "chiunque")

L'accento è sempre sull'ultima sillaba in tutti i derivati di IRGEND.

Tutte le espressioni soprastanti sono INDECLINABILI, ovviamente. Solo Irgendwas e Irgendwer, essendo pronomi e non avverbi, si declinano anche all'ACCUSATIVO e al DATIVO.

La declinazione di IRGENDWER è già stata spiegata. Quella di IRGENDWAS è la seguente:

N  Irgendwas

A Irgendwas

D  Ingendwem

G         -

L'avverbio IRGEND può accompagnarsi direttamente anche a JEMAND, rafforzandone il significato.  

Irgendjemand = qualcuno, nel senso di "chiunque"

2) Al posto di JEMAND + VON/UNTER + dativo, può essere utilizzato anche EINIGE + VON/UNTER + dativo. EINIGE è un plurale, quindi il verbo va alla 3a persona plurale.

Haben einige von euch meine Tasche gesehen? = Qualcuno/alcuni di voi ha/hanno visto la mia borsa?

EINIGE è anche aggettivo e significa "alcuni, alcune" (l'accento è su EI):

Einige Tiere sind wild = Alcuni animali sono feroci

In forma di aggettivo, si declina come un articolo determinativo, esattamente come tutti i pronomi e aggettivi indefiniti.

3) Per dire invece "uno di un certo gruppo" si utilizza EINER (maschile) /EINE (femminile) /EINES (neutro), sempre  seguito dalla preposizione VON + dativo. Anche questo tipo di pronome si declina come gli ARTICOLI DETERMINATIVI, e l'accento è sul dittongo EI.

Einer von euch hat meinen Imbiss gegessen = Uno di voi ha mangiato la mia merenda

Anche EINER può essere preceduto da IRGEND, che ne rafforza il significato senza cambiarlo:

Irgendeiner = qualcuno (nel senso di "uno qualsiasi")

4) MANCHER (maschile) / MANCHE (femminile) /MANCHES (neutro)= qualcuno/ alcune cose

Questo pronome viene utilizzato anche in riferimento a oggetti e cose inanimate, col significato di "qualcosa, alcune cose".

Manches ändert sich nie = alcune cose non cambiano mai

Può inoltre essere utilizzato come aggettivo:

Manche Jungen haben lange Haare = alcuni ragazzi hanno i capelli lunghi

In entrambi i casi, si declina nuovamente come un articolo determinativo.

5) MEHRERE (plurale) = alcuni, diversi

Si usa anch'esso in riferimento sia a cose che a persone e, seguito da un sostantivo plurale, ha la funzione di aggettivo. Anch'esso si declina sempre come un articolo determinativo, sia in forma di pronome che di aggettivo.

3) Certo, certa, alcuni, alcune

Nel paragrafo soprastante è stato spiegato che JEMAND + VON/UNTER + dativo può essere sostituito da EINIGE + VON/UNTER + dativo.

EINIGE è infatti un pronome plurale che in tedesco significa "alcuni, alcune".

Al singolare significa "un certo, una certa" ed è EINIGER (maschile) / EINIGE (femminile) / EINIGES (neutro).

Si declina come come un ARTICOLO DETERMINATIVO sia al singolare che al plurale (al genitivo maschile e neutro singolare diventa però EINIGEN), e serve come aggettivo per formare il plurale dell'articolo indeterminativo. Esempio:

Ein Mann = Un uomo

In tedesco, come un italiano, non esiste plurale degli articoli indeterminativi, e quindi, per esprimerlo, bisogna usare o l'articolo partitivo (dei/ delle) o l'aggettivo indefinito "alcuni, alcune". In tedesco l'articolo partitivo non esiste, e quindi bisogna usare l'aggettivo indefinito plurale EINIGE:

Einige Männer = Alcuni uomini

Come già detto, questo si declina come un articolo determinativo:

Ich spreche mit einigen Menschen = Parlo con alcune persone

P. S. Come pronome plurale, può essere sostituito da WELCHE, che si declina allo stesso modo. Tuttavia, è usato solo in riferimento a cose, mentre EINIGE viene utilizzato anche per le persone:

Ich habe welche Zweifel = ho qualche dubbio/ alcuni dubbi

3) Nessuno, niente, ognuno

Declinabili allo stesso modo di JEMAND, vi sono anche i pronomi:

- NIEMAND = nessuno  (l'accento è su IE)

- JEDERMAND ( o JEDERMANN) = ognuno (l'accento è sulla prima E)

Infatti, anche questi pronomi derivano da "MAN".

Tutti e tre (jemand, niemand e jedermand/jedermann) si declinano in due modi: uno più complicato e uno più semplice, come mostrato sopra (vedi declinazione di JEMAND).

Il pronome NIEMAND vuol dire "nessuno" in senso generale. Il suo corrispettivo in riferimento a cose è "NICHTS", che vuol dire "niente, nulla" ed è indeclinabile

(NIEMALS significa invece "nessuna volta, mai", che può essere detto anche semplicemente NIE).

Quando ci si riferisce a "nessuno" e "niente" non in senso generale ma rientranti all'interno di una certa categoria o di un certo gruppo, NIEMAND e NICHTS diventano KEINER (maschile) / KEINE (femminile)/ KEIN(E)S (neutro) ma, a differenza dell'articolo indeterminativo corrispondente (KEIN/ KEINE/ KEIN, che sarebbe la contrazione di NICHT EIN/EINE), questo pronome si declina come un ARTICOLO DETERMINATIVO, e non come un articolo indeterminativo!

ESEMPIO:

Freunde, habe ich leider keine = Di amici, purtroppo non ne ho nessuno

Nell'esempio soprastante, "KEINE" (plurale) si riferisce a "nessuno di una certa categoria", e cioè "amici". Utilizzato per intendere "nessuno di un certo gruppo", sia che ci si riferisca a cose che a persone, diventa KEINER (maschile) / KEINE (femminile) /KEINES (neutro)VON/UNTER,  preposizioni che, come già detto più volte, reggono il DATIVO.

Niemand kann es machen! Nessuno può farlo!

Keiner von euch kann es machen! Nessuno di voi può farlo!

JEDERMAND significa "ognuno" ed è usato come pronome.

Viene sostituito dal pronome JEDER (maschile) /JEDE (femminile) /JEDES (neutro) quando si riferisce a "ciascuno di un certo gruppo", e cioè quando è seguito da VON/UNTER + caso DATIVO.

Jeder von uns = ciascuno di noi.

JEDER (maschile) / JEDE (femminile) / JEDES (neutro) ha la funzione anche di aggettivo e significa "ogni ". Questi aggettivo si declina anch'esso come gli ARTICOLI DETERMINATIVI, e l'accento è sulla prima E.

Jedes Mal, wenn ich spreche = Ogni volta che parlo

Das MAL = volta

L'espressione "ogni volta" in tedesco è seguita da WENN (quando), così come in italiano è seguita da "CHE".

4) Qualcosa, un po'

E' stato spiegato precedentemente che "qualcosa, alcune cose" in tedesco si può esprimere attraverso MANCHES. Ma in realtà, l'espressione più utilizzata è:

ETWAS  = "qualcosa, un po' " (l'accento è sulla A). 

Questa parola può essere usata come:

- pronome indefinito: vuol dire "QUALCOSA "

- avverbio o locuzione avverbiale: vuol dire "UN PO' "

In forma di pronome, può essere detto anche solo WAS, che è la sua forma abbreviata. Si tratta comunque sempre di un pronome INDECLINABILE.

Ich möchte etwas zu trinken = vorrei qualcosa da bere

Come avverbio, nel senso di "un po' ", può essere sostituto da EIN WENIG o EIN BISSCHEN, e tutti e tre possono essere seguiti sia da un aggettivo qualificativo che da un sostantivo. Tutti e tre sono sempre INDECLINABILI.

Etwas teuer un po' costoso

Ein wenig teuer = un po' costoso

Ein bisschen teuer = un po' costoso

Etwas Zeit = un po' di tempo

Ein wenig Zeit = un po' di tempo

Ein bisschen Zeit = un po' di tempo

Come si può vedere dagli esempi soprastanti, gli avverbi EtwasEin wenig e Ein bisschen non ammettono  preposizione dopo, a differenza dell'italiano " qualcosa, un po' ":

Ich habe etwas wichtiges zu sagen = Ho qualcosa di importante da dire

WENIGE (plurale) è un pronome indefinito che significa "pochi". Può essere utilizzato anche come aggettivo, e in quel caso diventa WENIGER (maschile) /E (femminile) /ES (neutro). In entrambi i casi, si declina come un ARTICOLO DETERMINATIVO.

Wenige haben dieses Glück = pochi hanno questa fortuna

Ich habe wenige Zeit ho poco tempo

5) Tutto, tutti

Per dire "TUTTO" esistono in tedesco 3 modi diversi.

1) Il primo modo è attraverso l'uso di un pronome:

ALLER (maschile) / ALLE (femminile) / ALLES (neutro)/ ALLE (plurale) = tutto/tutta/ tutti

Alles gute = tutto bene!

Alle sind meine Freunde = tutti sono miei amici

Si declina, come sempre, come un ARTICOLO DETERMINATIVO, ma al genitivo maschile e neutro singolare diventa ALLEN.

2) Il secondo modo per dire "tutto" è attraverso un aggettivo:

ALL = tutto quanto, la totalità numerica (si declina come un aggettivo attributivo non preceduto da articolo)

In aller Eile = in tutta fretta

In aller Ruhe = in tutta tranquillità

Essendo declinabile, assume il genere, il numero e il caso del sostantivo a cui si abbina.

Attenzione: ALL, a differenza dell'aggettivo italiano "TUTTO", non vuole l'articolo dopo:

Alle Kinder = tutti i bambini

3) E poi esiste un aggettivo, declinabile come un aggettivo attributivo MA preceduto da articolo (determinativo o indeterminativo a seconda dei casi):

GANZ = intero 

Questo aggettivo, in realtà, non significa "tutto", ma più propriamente significa "intero":

Die ganze Welt il mondo intero 

La differenza tra GANZ e ALL è che il primo significa "una cosa sola nella sua interezza", e quindi può essere tradotto come "completo, intero"; il secondo indica "la totalità di più cose che fanno parte di un insieme":

Den ganzen Tag = tutto il giorno (un solo giorno, nella sua completezza)

Alle Tage = tutti i giorni (più giorni)