Crea sito

LEZIONE 36: LE PREPOSIZIONI

Le preposizioni (Prepositionen) in tedesco si dividono in:

1) quelle che reggono il GENITIVO;

2) quelle che reggono il DATIVO;

3) quelle che reggono l'ACCUSATIVO;

4) Quelle che possono reggere o il DATIVO o l'ACCUSATIVO a seconda delle circostanze (in una determinata condizione reggono il primo caso, in un'altra il secondo caso).

Adesso verranno elencate le preposizioni maggiormente utilizzate in tedesco e il caso che reggono. Più avanti, in questa stessa lezione, saranno fatti anche degli esempi del loro uso.

1) GENITIVO

INNERHALB = entro   (l'accento è sulla A)

WÄHREND = durante (l'accento è sulla Ä)

(AN)STATT = invece di   (l'accento è sulla seconda A)

TROTZ = nonostante

WEGEN = a causa di    (l'accento è sulla prima E)

ZUFOLGE = secondo, in conformità di    (l'accento è sulla O)

(A proposito di ZUFOLGE = secondo, in conformità di, si approfitta per spiegare che bisogna fare attenzione all'espressione idiomatica: Meiner Meinung nach = secondo me, dopo la quale bisogna invertire il verbo col soggetto: meiner Meinung nach hast du Recht = secondo me hai ragione)

Cosa succede se queste preposizioni sono seguite da un PRONOME PERSONALE? Il pronome personale dovrebbe essere declinato al GENITIVO, ma questo, ovviamente, non esiste per i pronomi personali. In questi casi bisogna perciò ricorrere al DATIVO.

ESEMPIO: Wegen mir = A causa mia 

2) DATIVO

MIT = con  

VON = di 

AUS = da 

SEIT = da 

ZU = a, verso 

BEI = presso 

AUßER = eccetto    (l'accento è sul dittongo AU)

NACH = a, verso, dopo

GEGENÜBER = di fronte a    (l'accento è sulla Ü)   → si usa posposto al sostantivo a cui è relativo!

3) ACCUSATIVO

BIS = fino a

UM = a, intorno 

DURCH = attraverso

GEGEN = contro

FÜR = per

OHNE = senza

4) DATIVO O ACCUSATIVO

L'uso di queste preposizioni in particolare, quelle che reggono o il dativo o l'accusativo a seconda della situazione o condizione in cui vengono utilizzate, sarà spiegato in dettaglio nella lezione 37: DESCRIVERE LA POSIZIONE.

Uso delle preposizioni

Rivediamo ora l'uso di ciascuna di queste preposizioni.

Per quanto riguarda quelle che reggono il GENITIVO, non vi sono particolarità da segnalare, in quanto il loro significato è preciso e molto chiaro.

Invece, quelle che reggono il DATIVO e quelle che reggono l' ACCUSATIVO introducono complementi diversi a seconda del contesto in cui vengono utilizzate.

PREPOSIZIONI CHE REGGONO IL DATIVO

MIT = con

Introduce:

1) complemento di compagnia

Ich gehe mit dir spazieren = Io vado a spasso con te

2) complemento di mezzo

Wir fahren mit dem Fahrrad = andiamo in bicicletta

(Attenzione però alla seguente espressione:

Zu Fuß = a piedi)

VON = di 

Introduce:

1) complemento di specificazione

Normalmente, in tedesco il complemento di specificazione si esprime declinando al GENITIVO l'articolo e/o l'aggettivo (dimostrativo, relativo, ecc.) che precede il nome comune.

Die Ansprache des Lehrers = il discorso del professore

VON si usa invece dopo un NOME PROPRIO. Al suo posto si può usare anche il "genitivo sassone" aggiungendo una S al nome del possessore e ponendolo prima della cosa posseduta.

Die Ansprache von Josef = il discorso di Josef

Josefs Ansprache = il discorso di Josef (forma più utilizzata)

Per maggiori chiarimenti, si vada alla lezione 27: AGGETTIVI POSSESSIVI.

2) complemento d'agentedi causa efficiente

Das Buch von Goethe = il libro di Goethe 

Ich werde von dir geliebt = Io sono amato da te

Vai alla LEZIONE 65 (IL PASSIVO) per saperne di più.

3) complemento di moto da luogo o di provenienza

Questo uso è stato già spiegato nella lezione 33: AGGETTIVI DI NAZIONALITA'

AUS = da

Introduce:

1) complemento di materia o di origine

Ring aus Gold/ Silber = anello d'oro/ d'argento

2) complemento di causa

Aus diesem Grund = per questa ragione 

3) complemento di moto da luogo o di provenienza

Ich komme aus Bayern = vengo dalla Baviera

ATTENZIONE! Come già detto, la differenza tra kommen VON e kommen AUS in tedesco è stata spiegata nella lezione sugli AGGETTIVI DI NAZIONALITA'.

Attenzione anche a quando si dice "da...a..." riferito a espressioni di tempo. In questo caso bisogna infatti dire:

VON... BIS

Von 1980 bis 1990 = Dal 1980 al 1990

Von Mitternacht bis 3 Uhr  = Da mezzanotte alle tre

Von heute bis morgen = dall' oggi al domani

Quando invece si dice "da...a...." riferito al moto da un luogo verso un altro si deve dire:

VON (+dat.) .....NACH (+ dat.)

Von München nach Berlin = Da Monaco a Berlino

Von Deutschland nach Italien = Dalla Germania all'Italia

Se però il luogo in questione è un nome di Paese che vuole l'articolo davanti, bisogna usare l'espressione: 

VON (+ dat.) ...... IN ( + acc.)

Von Deutschland in die Schweiz = dalla Germania alla Svizzera

Quando si dice "da...a...." riferito a due persone, bisogna invece dire:

VON (+dat.) ..... ZU (+dat.)

Von mir zu dir = Da me a te

SEIT = da

Si utilizza solo nelle espressioni di tempo:

Ich bin seit einer Woche hier = Sono qui da una settimana

Seit wann? = Da quando ?

ZU = a, verso

Introduce:

1) complemento di moto verso luogo

Ich gehe zum Banhof = vado alla stazione

2) complemento di moto verso una persona (anche in senso figurato) o un negozio:

Ich gehe zu Friedrich = vado da Friedrich

Komm zu mir = vieni da me

Ich gehe zum Arzt = vado dal medico

Il suo uso in questo caso sarà comunque spiegato meglio nel paragrafo successivo.

3) alcune espressioni di tempo che indicano un moto verso un certo periodo o momento:

Zu Mitternacht = per mezzanotte

Zu Weihnachten = a/per Natale

4) Alcune espressioni idiomatiche:

Zu Fuß = a piedi

Zum Glück = per fortuna

Zum Beispiel = per esempio

BEI = presso (anche figurato)

Bei Nacht = di notte

Bei Berlin = presso Berlino

Bei uns = presso di noi

Può essere usato anche per dire "essere a casa di....":

Ich bin bei meinen Großeltern = sono dai miei nonni

NACH = a, verso, dopo

Introduce:

1) complemento di moto a luogo

Il suo uso in questo caso sarà spiegato meglio nel paragrafo successivo.

2) complemento di tempo, col significato di "DOPO":

Nach Mitternacht = dopo la mezzanotte

Nach dem Abendessen = dopo cena

PREPOSIZIONI CHE REGGONO L'ACCUSATIVO

UM = a, intorno

Introduce:

1) Espressioni legate alle ore

Um 7 Uhr = alle sette

2) Espressioni legate a luoghi, col significato di "INTORNO"

Die welt um mich = Il mondo intorno a me

Il verbo "GEHEN"

Il verbo GEHEN (andare), e tutti i verbi di movimento, possono essere seguiti da 5 preposizioni diverse in occasioni diverse:

IN (+ ACCUSATIVO

AN ( + ACCUSATIVO)

AUF ( + ACCUSATIVO)

ZU (+DATIVO) 

NACH (+ DATIVO)

Le prime 3 (IN, AN, AUF) appartengono a quelle preposizioni che reggono o il DATIVO o l'ACCUSATIVO a seconda del significato che vogliono esprimere.

PREPOSIZIONE "IN"

 "IN", come già detto, può reggere sia il DATIVO che l'ACCUSATIVO, ma in occasioni diverse:

1) è seguito dal DATIVO quando indica "stato in luogo", e in quel caso non può accompagnarsi al verbo "GEHEN" ma a verbi di STATO, che esprimono una condizione statica.

ESEMPIO: Ich bin in der Schule = sono a scuola       (DATIVO)

2) E' seguito dall'ACCUSATIVO quando indica "moto a luogo" e solo in quel caso può accompagnare verbi di MOVIMENTO come "GEHEN"

ESEMPIO: Ich gehe in die Schule = vado a scuola     (ACCUSATIVO)

Perciò:

- Insieme al verbo "GEHEN", la preposizione "IN" introduce un complemento di MOTO A LUOGO, e quindi vuole essere seguita dall'articolo all'ACCUSATIVO, traducendo la preposizione italiana "A".

- Insieme al verbo "SEIN" (essere, stare), per esempio, la preposizione "IN" introduce un complemento di STATO IN LUOGO, e quindi vuole essere seguita dall'articolo al DATIVO, traducendo la preposizione italiana "IN" (oppure "A" che indica "stato in luogo").

"IN" si usa dunque:

1) per esprimere lo stato in luogo (col DATIVO), ma non traduce le espressioni " a casa mia, a casa di...".  Infatti queste si dicono rispettivamente:

Zu Hause = a casa (mia)

Bei Franz = a casa di Franz

Si utilizza invece per esprimere lo stato in luogo all'interno di:

- LUOGHI CHIUSI (diversi da casa propria o di un conoscente);

- LUOGHI IN CUI SI DEVE ENTRARE (ES. bosco, parco, piscina);

- PAESI, CITTA', QUARTIERI, STRADE, NAZIONI (senza distinzione fra quelle con l'articolo e quelle senza articolo);

2) accompagnato da GEHEN per esprimere il moto a luogo (coll'ACCUSATIVO).

Anche in questo caso si utilizza in riferimento a:

- LUOGHI CHIUSI (diversi da casa propria o di un conoscente);

Ich gehe in die Schule = vado a scuola

ich gehe in die Disko = vado in discoteca

- LUOGHI IN CUI SI DEVE ENTRARE (ES. bosco, parco, piscina);

- STRADE E NAZIONI CON L'ARTICOLO DAVANTI

Ich muss in die Goethestraße (gehen) = devo andare in via Goethe

ich gehe in die Schweiz = vado in Svizzera

PREPOSIZIONE "AN"

Come la preposizione "IN", è seguita dal DATIVO quando indica stato in luogo (e traduce l'espressione "a, presso") e dall'ACCUSATIVO quando indica moto a luogo.

Si utilizza per indicare lo stato in luogo in:

- SUPERFICI VERTICALI (ES. muro, parete)

-  AMBIENTI ACQUATICI (ES. lago, mare, spiaggia)

 - STAZIONI e MERCATI 

E il moto a luogo appunto verso un AMBIENTE ACQUATICO (lago, mare, spiaggia):

Das bild hängt an der Wand = il quadro sta appeso al muro

Ich gehe ans (= an das) Meer = vado al mare 

PREPOSIZIONE "AUF"

Seguita dall'ACCUSATIVO, viene utilizzata per esprimere moto a luogo verso uno SPAZIO APERTO o un' ISOLA, oppure verso luoghi in cui si può SALIRE (ES. torre, campanile).

Ich gehe auf die Bergen = vado in montagna

Si può anche dire "In die Berge".

Seguita dal DATIVO indica stato in luogo sempre in uno SPAZIO APERTO, un'ISOLA o un luogo in cui si può SALIRE:

Ich bin auf den Berge = Sono in montagna

PREPOSIZIONE "ZU"

Letteralmente questa preposizione vuol dire "verso" ed è sempre seguita dal DATIVO. A differenza delle altre preposizioni, si usa quando ci si avvicina a un luogo, senza però recarvisi esattamente.

Esprime inoltre moto a luogo verso PERSONE, CASE ALTRUI oppure NEGOZI o UFFICI:

Ich gehe zu meinen Onkeln = vado dai miei zii

Ich gehe zu Johann = vado da Johann

Ich gehe zur (= zu + der) Post = vado all'ufficio postale/ alla posta

Ich gehe zum (= zu + dem) Arzt = vado dal medico

Esprime anche stato in luogo nella frase fatta:

Ich bin zu Hause = sono a casa

La preposizione che indica stato in luogo negli ambienti sopra citati è però BEI + DATIVO.

Ich bin bei meinen Onkeln = sono dai miei zii

PREPOSIZIONE "NACH"

Anch'essa è sempre seguita dal DATIVO.

Si usa per esprimere il complemento di moto a luogo riferito a PAESI , NAZIONI (senza l'articolo davanti), CITTA' e LUOGHI DOTATI DI NOME PROPRIO.

ESEMPIO: Ich fahre nach London = vado a Londra

ESEMPIO: Ich fahre nach Deutschland = vado in Germania

Come già detto, infatti, se il Paese è uno di quelli che vuole essere preceduto dall'articolo (die Schweiz = la Svizzeradie Vereinigten Staaten = gli Stati Uniti, ecc.) si usa IN + ACCUSATIVO:

ESEMPIO: Ich fahre in die Vereinigten Staaten = Vado negli Stati Uniti

ATTENZIONE! In tedesco esistono due espressioni fatte che vanno imparate a memoria.

Una è già stata spiegata:

ZU HAUSE = a casa (stato in luogo)

Un'altra è:

NACH HAUSE = a casa (moto a luogo)

Ricapitolando...

IN

+ ACC.: moto verso uno SPAZIO CHIUSO, SPAZIO IN CUI SI ENTRA, CITTA', STRADE o PAESI preceduti dall'articolo determinativo

+ DAT.: stato in uno SPAZIO CHIUSO, SPAZIO IN CUI SI ENTRA o STRADE e PAESI (sia preceduti dall'articolo che non)

Fa eccezione:

ZU HAUSE = a casa (la E finale di parola deriva da una dicitura arcaica) 

AN

+ ACC.: moto verso un AMBIENTE ACQUATICO

+ DAT.: stato in un AMBIENTE ACQUATICO o UNA SUPERFICIE VERTICALE (es. Wand = muro, parete)

AUF

+ ACC.: moto verso uno SPAZIO APERTO, ISOLA o LUOGO IN CUI SI SALE

+ DAT.: stato in uno SPAZIO APERTO, ISOLA o LUOGO IN CUI SI SALE

ZU

+ DAT.: moto verso una PERSONA, CASA ALTRUI, NEGOZIO o UFFICIO

Lo stato in luogo in queste località è espresso da BEI + DAT.

NACH

+ DAT.: moto verso CITTA', PAESI E NAZIONI non precedute dall'articolo determinativo

Eccezione:

NACH HAUSE =  a casa (moto a luogo)

(La E finale di parole deriva da una dicitura arcaica)

La parola "CASA"

Das HAUS, HÄUSER = casa

Zu Hause = a casa (stato in luogo)

Nach Hause = a casa (moto a luogo)

Von zu Hause = da casa (moto da luogo)

Bisogna sempre aggiungere la "E" alla parola "HAUS" quando si usano queste espressioni.

Un'altra espressione per dire "da casa" (moto da luogo) è:

Aus Haus

Preposizioni articolate

Le preposizioni tedesche, proprio come in italiano, vengono articolate. Ciò vuol dire che preposizione + articolo determinativo diventano una cosa sola.

PREPOSIZIONE "AN" (può reggere sia il dativo che l'accusativo)

AN + DEM diventa AM

AN + DAS diventa ANS

PREPOSIZIONE "IN" (può reggere sia il dativo che l'accusativo)

IN + DEM diventa IM

IN + DAS diventa INS

PREPOSIZIONE "AUF" (può reggere sia il dativo che l'accusativo)

AUF + DAS diventa AUFS

PREPOSIZIONE "ZU" (regge sempre e solo il dativo)

ZU + DEM diventa ZUM

ZU + DER diventa ZUR

PREPOSIZIONE "BEI" (regge sempre e solo il dativo)

BEI + DEM diventa BEIM

PREPOSIZIONE "VON" (regge sempre e solo il dativo)

VON + DEM diventa VOM

PREPOSIZIONE "FÜR" (regge sempre e solo l'accusativo)

FÜR + DAS diventa FÜRS

PREPOSIZIONE "UM" (regge sempre e solo l'accusativo)

UM + DAS diventa UMS

PREPOSIZIONE "DURCH" (regge sempre e solo l'accusativo)

DURCH + DAS diventa DURCHS