Crea sito

LEZIONE 2: PRONUNCIA DELLE VOCALI

In tedesco, tutte le vocali si pronunciano esattamente come in italiano.

Proprio come in italiano, poi, si pronunciano SEMPRE, compresa la "E" finale di parola nei nomi comuni e nei nomi propri (in tedesco non si butta via niente!). 

ESEMPIO:

Apfelsine    PRONUNCIA: àpfelsine     (TRADUZIONE: arancia)

N.B. Quando finale di parola, la E tende ad avere un suono molto chiuso.

Tuttavia, le vocali cambiano suono quando sopra vi è un segno chiamato UMLAUT, rappresentato da due puntini. Questo segno serve a far cambiare la pronuncia delle vocali nel seguente modo:

- Ä si pronuncia "E" aperta

- Ö si pronuncia con un suono fra la "O" e la "E" (come il dittongo "EU" francese)

- Ü si pronuncia "IU"

ESEMPI:

Kämpfen       PRONUNCIA: kèmpfen     (TRADUZIONE: combattere, lottare)

Schön           PRONUNCIA: schoen        (TRADUZIONE: bello)

Müller           PRONUNCIA: miùllar         (TRADUZIONE: mugnaio)

Al posto della vocale con sopra la UMLAUT (poiché, soprattutto quando si lavora alla tastiera del computer, non è tanto comodo inserire nel testo questo segno ortografico), è possibile scrivere:

VOCALE + E

La E dopo la vocale sostituisce la UMLAUT. Quindi:

MUELLER è uguale a MÜLLER

SCHOEN è uguale a SCHÖN

Tuttavia, sarebbe sempre meglio inserire la vocale con la Umlaut. E oggi, a differenza di quando si usavano le macchine da scrivere, col computer è possibile farlo (vai alla LEZIONE 5: COME SCRIVERE LE VOCALI CON LA UMLAUT AL COMPUTER).

Dittonghi

Nella lingua tedesca sono presenti alcuni incontri di vocali (DITTONGHI) che hanno una pronuncia molto particolare:

1) EI ed EY si pronunciano AI

ESEMPI:

Zwei   PRONUNCIA: zvài   (TRADUZIONE: due)

Dabei    PRONUNCIA: dabài    (TRADUZIONE: a questo proposito)

Può capitare di trovare scritto "EY" solo nei nomi propri, soprattutto cognomi, come "MEYER". Nei nomi comuni si trova scritto solo "EI".

2) IE si pronuncia I con un suono allungato

ESEMPI:

Die       PRONUNCIA: dii     (TRADUZIONE: la, i, gli, le)

Lied      PRONUNCIA: liit    (TRADUZIONE: canzone)

3) EU ed ÄU si pronunciano OI

ESEMPI:

Teuer   PRONUNCIA: tòiar   (TRADUZIONE: costoso)

Bäume    PRONUNCIA: bòime   (TRADUZIONE: alberi)

Aggiunta

Altre regole sulla pronuncia delle vocali in tedesco sono le seguenti:

1) E e O iniziali di parola si pronunciano solitamente (salvo eccezioni) con un suono CHIUSO, e non aperto come in italiano.

ESEMPI:

Eben  PRONUNCIA: ében     (TRADUZIONE: appunto, proprio, esattamente)

Opa  PRONUNCIA: ópa           (TRADUZIONE: "nonno" nel linguaggio familiare)

2) Le vocali seguite da una DOPPIA CONSONANTE sono BREVI, e quindi hanno un suono sfuggente.

ESEMPIO: 

Zimmer    PRONUNCIA: ts'mmar       (TRADUZIONE: camera, stanza)

A questo punto occorre parlare delle vocali seguite da ß (Scharfes Ess), che foneticamente rappresenta una doppia S.

Nel 1996 è stata fatta un riforma ortografica della lingua tedesca che ha deciso di sopprimere la scrittura della ß dopo una vocale semplice che avesse un suono breve (per vocale semplice si intende una vocale senza Umlaut sopra oppure singola, non facente parte di un incontro di vocali)  e di sostituirla con ss. Perciò, le vocali che precedono la lettera ß sono generalmente LUNGHE, mentre quelle che precedono ss sono generalmente BREVI.

Nonostante ciò, può essere ancora presente in alcuni testi la vecchia grafia che prevedeva l'uso indiscriminato di ß anche dopo una vocale breve, e quindi il suono della vocale si presenta imprevedibile. Si rende necessario ascoltare i madrelingua.

Maggiori informazioni sull'argomento si trovano alla lezione 4.