Crea sito

LEZIONE 37: DESCRIVERE LA POSIZIONE

Si consiglia di leggere la lezione 36 (LE PREPOSIZIONI) prima di leggere questa pagina. In questa lezione di grammatica tedesca, infatti, saranno importanti le conoscenze acquisite nella lezione precedente.

E' opportuno ricordare a questo proposito che in tedesco vi sono preposizioni che reggono CASI diversi a seconda dell'uso che ne viene fatto, e queste sono le preposizioni che servono per descrivere la propria posizione (o la posizione di un oggetto) nello spazio: queste, quando descrivono la posizione (lo stato in luogo), reggono tutte il DATIVO (quindi l'articolo che le segue deve essere sempre espresso con quel caso); però reggono l' ACCUSATIVO quando (e solo quando) esprimono il moto a luogo.

ESEMPIO:

Ich bin in der Schule = sono a scuola

Ich gehe in die Schule = vado a scuola

Quando esprime il moto a luogo, IN è seguita dall'articolo all'ACCUSATIVO. Quando serve a descrive la posizione o lo stato in luogo, è sempre seguita dal DATIVO:

IM MITTEL = nel mezzo, al centro

Come si può vedere, dal momento che "Mittel" (mezzo) in tedesco è un vocabolo NEUTRO che esprime uno stato in luogo, l'articolo determinativo espresso al dativo è DEM:

Das MITTEL = il mezzo   (l'accento è sulla I)

Quindi:

IN + DEM (dativo di DAS) + MITTEL

Come è già stato spiegato nella lezione precedente, la preposizione IN + DEM si articola in IMIM MITTEL.

ALTRO ESEMPIO:

Die SCHACHTEL = la scatola   (l'accento è sulla A)

IN DER SCHACHTEL = nella scatola

"Schachtel" è una parola femminile, quindi l'articolo determinativo che precede questo vocabolo, al dativo, è DER.

Abbiamo dunque imparato che, per esprimere la posizione, le preposizioni reggono sempre il DATIVO.

Attenzione a:

RECHTS = a destra

LINKS = a sinistra

Questi avverbi non sono seguiti direttamente dal dativo ma:

- reggono il DATIVO se sono seguite da VON + dativo:

Rechts vom (= von + dem) Haus = a destra della casa

(Nella frase soprastante si ha un altro esempio di preposizione articolata).

- reggono il DATIVO se sono seguite da NEBEN (accanto), un'altra preposizione che regge il DATIVO.

Rechts neben dem Haus = a destra della casa

Ecco qui sotto una lista delle principali preposizioni utilizzate per descrivere la posizione. Queste sono seguite direttamente dal DATIVO. Quando si tratta di avverbi, verrà specificato.

L'accento cade sempre sulla prima sillaba, altrimenti sarà specificato.

NEBEN = accanto a

DANEBEN = accanto (avverbio)  (l'accento è sulla prima E)

RECHTS NEBEN/ VON = a destra di

LINKS NEBEN/VON = a sinistra di

BEI = presso

AN = a, presso  (das Bild hängt an der Wand = il quadro sta appeso al muro)

VOR = davanti a

VORN AN = davanti a  (attenzione all'espressione vorn im Bild = in primo piano)

DAVOR = davanti (avverbio) (l'accento è sulla O)

HINTER = dietro

HINTEN = dietro (avverbio)

AUF = su, sopra (con contatto)

ÜBER = sopra (senza contatto)

[ La preposizione ÜBER vuol dire anche "A PROPOSITO" e in quel caso regge l'ACCUSATIVO:

Was denkst du über....? = Cosa pensi a proposito....?

"DENKEN" (pensare) regge anche la preposizione AN + ACCUSATIVO:

Denken an... = pensare a.... ]

OBEN = sopra (avverbio)

UNTER = sotto

UNTEN = sotto (avverbio)

ZWISCHEN = tra 

IN = in, dentro

DRINNEN = dentro (avverbio)

Attenzione! Quando l'avverbio "dentro" indica "MOTO A LUOGO"  si traduce HEREIN:

Herein gehen = andare dentro/entrare

(Il suo opposto è Heraus gehen = andare fuori/uscire).

Come già detto, le preposizioni elencate reggono il DATIVO quando indicano STATO A LUOGO, ma vogliono l'ACCUSATIVO quando indicano MOTO A LUOGO:

Ich bin vor dem Garten = sono davanti al giardino

Ich gehe vor den Garten  = vado davanti al giardino

Der GARTEN, GÄRTEN = giardino   

"Garten" fa parte della DECLINAZIONE DEBOLE maschile, vale a dire che termina in -en anche al genitivo singolare e al dativo plurale:

                                 SING.                                 PLUR.

N                              Garten                              Gärten

A                              Garten                              Gärten

D                              Garten                               Gärten

G                              Garten                               Gärten                          

Altre espressioni che descrivono la posizione nello spazio sono:

ÜBERALL = dappertutto (stato in luogo)

ÜBERALLHIN = dappertutto (moto a luogo)

ANDERSWO = altrove (stato in luogo)

ANDERSWOHIN = altrove (moto a luogo)

NEBENAN = vicino a, a fianco di (preposizione)

NAH = vicino (avverbio)

FERN / WEIT =lontano (aggettivo)

WEIT = lontano (avverbio)

WEIT VON (+ dat.)  = lontano da

FERNAB VON (+ dat.) = lontano da

HIER/ DA = qui (avverbio)

DORT = là (avverbio)

Preposizioni articolate

Nella precedente lezione sono state spiegate alcune preposizioni articolate in tedesco. Adesso è possibile spiegare che ve ne sono anche altre che si articolano:

VOR 

VOR + DEM diventa VOM

VOR + DAS diventa  VORS

VOR + DEN (dat. plur.)  diventa VORN

ÜBER

ÜBER + DEM diventa ÜBERM

ÜBER + DAS diventa ÜBERS

ÜBER + DEN (dat. plur.) diventa ÜBERN

HINTER

HINTER + DEM diventa HINTERM

HINTER + DAS diventa HINTERS

HINTER + DEN (dat. plur.) diventa HINTERN

Attenzione a questi verbi!

In tedesco vi sono 3 coppie di verbi molto particolari:

1) LEGEN- LIEGEN

2) SETZEN - SITZEN

3) STELLEN - STEHEN

Vediamo qual è il loro significato:

VERBI N.1

LEGEN = mettere orizzontale 

LIEGEN = stare orizzontale 

Quindi vengono usati per dire:

LEGEN = sdraiarsi, sdraiare

LIEGEN = essere sdraiato, giacere  

Esempi:

Ich lege mich aufs (= auf das) Bett = mi sdraio sul letto

Ich liege auf dem Bett = sono sdraiato sul letto

Oppure:

Du legst das Buch auf den Tisch = Tu appoggi il libro sul tavolo

Das Buch liegt auf dem Tisch = Il libro giace sul tavolo

"LIEGEN" può essere usato anche per indicare "giacere" in senso figurato: "essere posto, trovarsi".

Bern liegt in der Schweiz = Berna si trova in Svizzera

Come si può vedere dagli esempi, "LEGEN" esprime un MOTO A LUOGO e quindi è seguito da preposizione + ACCUSATIVO. LIEGEN esprime uno STATO IN LUOGO e quindi è seguito da preposizione + DATIVO.

LEGEN = mettere orizzontale (preposizione + ACCUSATIVO)

LIEGEN = stare orizzontale (preposizione + DATIVO)

VERBI N.2

SETZEN = mettere seduto (preposizione+ ACCUSATIVO)

SITZEN = essere seduto (preposizione + DATIVO)

Ich setze mich auf meinen Platz = mi siedo/metto seduto al mio posto

Ich sitze auf meinem Platz = sono seduto/siedo al mio posto

VERBI N.3

STELLEN = mettere verticale (preposizione + ACCUSATIVO)

STEHEN = stare verticale (preposizione + DATIVO)

Quindi sono usati per dire:

STELLEN = appoggiare

STEHEN = stare, stare in piedi

Ich stelle das Buch aufs (= auf das) Regal = appoggio il libro sulla mensola

Das Buch steht auf dem Regal = il libro si trova sulla mensola

Ich stehe vor dir = Sto davanti a te

Da questo verbo deriva:

AUFSTEHEN = alzarsi dal letto

E' formato da AUF (prefisso separabile) + STEHEN. Come già spiegato nelle precedenti lezioni, il prefisso separabile (qui costituito dalla preposizione "AUF") si stacca dal verbo e va in fondo alla frase quando il verbo è coniugato:

Um 7 Uhr stehe ich auf = mi alzo alle 7

In tutte e 3 le coppie di verbi vi è sempre un verbo REGOLARE e uno IRREGOLARE. Il verbo irregolare è quello che indica lo STATO IN LUOGO.

1) LEGEN - LIEGEN: quello irregolare è LIEGEN

2) SETZEN - SITZEN:  quello irregolare è SITZEN

3) STELLEN - STEHEN: quello irregolare è STEHEN

Ricapitolando...

LEGEN = mettere orizzontale

LIEGEN = stare orizzontale

SETZEN = mettere seduto

SITZEN = stare seduto

STELLEN = mettere verticale

STEHEN = stare verticale

Coniugazione verbi irregolari

LIEGEN: è regolare al PRESENTE INDICATIVO, ma al preterito la radice è LAG e al participio passato è GELEGEN

SITZEN: è regolare al PRESENTE INDICATIVO (anche se alla 2a persona singolare aggiunge solo T), ma al preterito la radice è SAß e al participio passato è GESESSEN

STEHENè regolare al PRESENTE INDICATIVO, ma al preterito la radice è STAND e al participio passato è GESTANDEN

Si vada all' appendice ESERCIZI SU COME DESCRIVERE LA POSIZIONE per verificare quanto appena appreso in questa lezione.