Crea sito

LEZIONI 47: I NUMERI ORDINALI

Prima di leggere questa lezione, occorre aver memorizzato la precedente lezione 13: NUMERI CARDINALI.

In tedesco i numeri ordinali (Ordnungnummer) si formano a partire dai numeri cardinali aggiungendo un particolare suffisso che è lo stesso sia per il maschile che per il femminile e il neutro.

Questo suffisso è:

- TE per i numeri da 1 a 19.

- STE per i numeri dal 20 in poi.

I numeri ordinali che fanno eccezione sono:

1ste            erste

3te              dritte      (anziché dreite)

7te              siebte      (anziché siebente)

8te              achte     (anziché achtte)

In breve, i numeri ordinali tedeschi sono:

1ste          ERSTE

2te            ZWEITE

3te            DRITTE

4te            VIERTE

5te            FÜNFTE

6te            SECHSTE

7te            SIEBTE

8te            ACHTE

9te            NEUNTE

10             ZEHNTE
....

19te          NEUNZEHNTE

20ste         ZWANZIGSTE

100ste        HUNDERTSTE

1.000ste     TAUSENDSTE

ecc.

Si possono abbreviare scrivendo il numero arabo con accanto la desinenza del numero ordinale: TE per i numeri da 1 a 19, STE per i numeri dal 20 in poi. Solo il numero 1 si scrive:  "1ste". 

Oppure, in tutti i casi, si può scrivere il numero arabo seguito da un puntino:

1. 

2.

3.

ecc.

Questi due metodi vengono utilizzati anche quando le cifre sono espresse in numeri romani (in tedesco, però, è più raro che in italiano):

XX. JAHRHUNDERT / XXste JAHRHUNDERT = XX secolo

Aggiungendo l'articolo determinativo si dice quindi:

Der/die/das Erste  = Il/la primo/a

Der/ die/das Zweite = Il/ la secondo/a

ecc.

Gli esempi soprastanti considerano che non vi siano sostantivi dopo il numero ordinale, e che quindi l'ordinale sia da solo un sostantivo. Ma quando i numeri ordinali si comportano come aggettivi, e cioè precedono un sostantivo, vengono declinati proprio come gli aggettivi attributivi, a seconda che si riferiscano ad un sostantivo maschile, femminile o neutro (singolare o plurale) e a seconda che siano preceduti da un articolo determinativo o indeterminativo.

(Quando i numeri ordinali si comportano come sostantivi e non come aggettivi, si scrivono maiuscoli!)

Si vedano i seguenti esempi:

NOMINATIVO:

das erste Kind = il primo figlio

der zweite Tag = il secondo giorno

ACCUSATIVO:

den zweiten Tag = il secondo giorno

ecc.

(Da questi numerali ordinali derivano gli avverbi:

erstens = in primo luogo

zweitens = in secondo luogo)

Per sapere come si declinano i numeri ordinali, occorre andare alla lezione 22: AGGETTIVI ATTRIBUTIVI.

Come si leggono le date

Si osservino le seguenti domande:

Welcher Tag ist heute? Che giorno è oggi?

Der wievielte ist heute? = Quant'è oggi?/ Quanti ne abbiamo oggi?

A entrambe le domande si risponde (le date prese in considerazione sono casuali):

Heute ist der 10. April 2012 = Oggi è il 10 aprile 2012

Heute ist der zehnte April zweitausendzwölf = Oggi è il dieci aprile duemiladodici

La regola è questa:

GIORNO: si esprime con l'articolo determinativo maschile DER (poiché "TAG", cioè "giorno" in tedesco è un sostantivo maschile) seguito da un numero ordinale. I numeri ordinali in questione si declinano come fossero AGGETTIVI ATTRIBUTIVI. Se il numero è espresso in cifre e non in lettere (questo, ovviamente, vale solo per la lingua scritta), deve essere seguito da un PUNTINO come nell'esempio soprastante.

MESE: si esprime o direttamente con il nome del mese oppure con il suo numero ordinale, quest'ultimo declinato allo stesso caso (nominativo, accusativo, dativo o genitivo) del numero che rappresenta il giorno (quest'ultima forma è meno utilizzata). Se espresso con il nome del mese, questo deve avere l'iniziale MAIUSCOLA.

ANNO: si esprime con un numero cardinale che viene letto come in italiano dal 2000 in poi; prima del 2000, invece, gli anni si leggono spezzati: prime due cifre + hundert (cento) + ultime due cifre.

Vediamo più in dettaglio:

GIORNO

Quando preceduto da un ARTICOLO DETERMINATIVO, deve essere preceduto sempre dall'articolo DER, perché TAG (giorno), che è sottinteso, è appunto di genere maschile. La desinenza del numero ordinale che segue, al nominativo è -E (cioè, il numero cardinale aggiunge la normale desinenza -TE/STE dei numeri ordinali al nominativo).

Der vierte Oktober = il quattro ottobre

Si ricorda inoltre l'uso del puntino quando i giorni sono scritti in forma di numero:

Der 4. Oktober = il quattro ottobre

A differenza dell'italiano, in cui i numeri ordinali vengono utilizzati solo per indicare il primo giorno del mese, in tedesco, vengono utilizzati per tutti i giorni.

In italiano si dice infatti:

Oggi è il 1 maggio = Oggi è il primo maggio

Per questo viene scritto anche:

Oggi è il 1° maggio

Ma poi si dice:

Oggi è il 2 maggio = Oggi è il due maggio

Oggi è il 3 maggio = Oggi è il tre maggio

 e così via. In italiano, cioè, il giorno è espresso da un NUMERO CARDINALE, mentre solo il primo giorno del mese è espresso da un NUMERO ORDINALE.

In tedesco non è così: in tedesco tutti i giorni sono espressi da un NUMERO ORDINALE.

Infatti si dice:

Heute ist der erste Mai = oggi è il 1 maggio

Heute ist der zweite Mai = oggi è il 2 maggio

Heute ist der dritte Mai = oggi è il 3 maggio

Come già detto, quando il numero ordinale si accompagna al nome del mese, funge da AGGETTIVO e quindi viene declinato come gli AGGETTIVI ATTRIBUTIVI.

Se ne ricorda la declinazione quando sono preceduti dall'articolo determinativo (declinazione debole degli aggettivi) come in questo caso:

                               MASCH                FEMM                 NEU                      PLUR

N                               - e                       - e                      -e                    - en

A                             - en                     - e                    - e                    - en

D                              - en                       -en                  -en                    -en

G                            - en                      - en                 - en                  - en

Per questo, dopo DER (articolo maschile al nominativo), l'ordinale ha la desinenza -E

Ma se il numero ordinale non fosse preceduto da articolo, al NOMINATIVO aggiungerebbe la desinenza -ER, proprio come fanno gli AGGETTIVI ATTRIBUTIVI.

zweiter Mai = 2 maggio

dritter Mai = 3  maggio

Per la precisione, siccome si parla di un'espressione di tempo, bisogna aggiungere -EN-ER del nominativo, infatti, nelle espressioni di tempo diventa -EN:

Jeden Tag = ogni giorno

Zweiten Mai = due maggio

Questo vale per tutti i numeri ordinali.

Anche quando i giorni sono preceduti dalla preposizione AM (forma contratta di AN DEM), usata per indicare non il giorno corrente ma quello nel quale avverrà un particolare evento, la loro desinenza è -EN (come vuole la normale la declinazione debole degli aggettivi attributivi):

Am (= An dem) zweiten Juni = Il 2 giugno

Am (= An dem) zweiten Juni bin ich daheim = Il 2 giugno sono a casa

MESE

Può essere espresso dal nome del mese:

dritten Mai = 3 maggio

Per conoscere i nomi dei mesi, si vada alla lezione 15: STAGIONI, MESI, GIORNI.

Oppure il mese può essere espresso dal numero ordinale corrispondente (declinato come il numero ordinale che indica il giorno). Siccome MAGGIO è il quinto mese dell'anno, si dirà:

dritten fünften = 3 maggio / terzo quinto

Oppure:

der dritte fünfte = il 3 maggio / il terzo quinto

Ma in generale si preferisce sempre dire il NOME DEL MESE perchè genera molta meno confusione.

ANNO

Gli anni dal 2000 in poi si leggono come in italiano:

2015: zweitausendfünfzehn (duemilaquindici: duemila-quindici).

Mentre gli anni precedenti si leggono spezzati:

prime due cifre + hundert + ultime due cifre:

1970: neunzehnhundertsiebzig (neunzehn-hundert- siebzig)

Letteralmente: diciannove - cento- settanta​

Aggiunte

Per chiedere la data, può essere detto anche:

Den wievielten haben wir heute? = quanti ne abbiamo oggi?

E si risponde:

Heute haben wir den .....(NUMERO ORDINALE ALL'ACCUSATIVOMai = Oggi è il ...... maggio

Come si può vedere dalla declinazione degli aggettivi attributivi preceduti da articolo determinativo, che è stata spiegata nel paragrafo soprastante, il numero ordinale corrispondente al giorno, all'accusativo, prende una -N:

Heute haben wir den dritten Mai = Oggi è il 3 maggio

Das JAHR, -E = anno

Das JAHRHUNDERT, -E = secolo

Das JAHRTAUSEND, -E = millennio

ATTENZIONE!!!!

In tedesco gli anni non vogliono essere preceduti da preposizione!!!

Non si può dire, ad esempio:

IM (= IN + DEM) 1918 = Nel 1918

L'unico modo per utilizzare una preposizione davanti all'anno è anteporre la parola "JAHR" = anno. In questo caso, allora, la preposizione è IM (forma contratta di IN + DEM):

IM JAHR 1918 = nell'anno 1918

Al contrario i secoli, in tedesco, sono normalmente preceduti dalla preposizione IM (forma contratta di IN + DEM):

IM (= IN + DEM) XX. JAHRHUNDERT = Nel XX secolo

I giorni, come già accennato, sono invece preceduti alla preposizione AM (= AN+ DEM) seguita dal DATIVO.

Wann hast du Geburstag?Quando hai il compleanno?/ Quando compi gli anni?

Am welchem Tag hast du Geburtstag? = Che giorno hai/festeggi il compleanno?

Am welchem Tag im Jahr hast du Geburtstag? = In che giorno dell'anno festeggi il compleanno?

Ich habe am 10. (zehnten) Juni Gerburtstag = Ho il compleanno il 10 giugno

Am 10. (zehnten) Juni habe ich Geburtstag = Il 10 giugno ho il compleanno

Anche al DATIVO viene aggiunta una -N al numero ordinale, per le ragioni spiegate.