Crea sito

LEZIONE 90: INTERROGATIVE INDIRETTE

Una frase interrogativa indiretta (o domanda indiretta) è una domanda non esplicitamente espressa, ma introdotta da verbi o espressioni che esprimono dubbio, seguiti da una particella interrogativa (chi, cosa, come, perché, dove, quando, quanto).

Non so chi hai incontrato

Mi chiedo chi mi abbia scritto

Dimmi chi ti ha parlato di me

In tedesco le interrogative indirette, ossia le frasi che seguono la particella interrogativa, sono espresse come se fossero delle frasi SUBORDINATE, e cioè secondo quanto già spiegato nella lezione 77 (PROPOSIZIONE SUBORDINATA):

1) separate dalla frase principale attraverso una virgola (nelle interrogative indirette, in realtà, la virgola non è obbligatoria)

2) con il verbo che regge la frase subordinata messo sempre all'ULTIMO POSTO

3) senza mai separare il prefisso dal verbo principale a cui è legato

Esempio:

Ich frage mich wer er ist/sei = Mi chiedo chi è /sia

(Nella frase soprastante, il pronome riflessivo da usare è "MICH" (me) e non "MIR" (a me) perché , come già detto nella LEZIONE 26, "Fragen" vuole sempre essere seguito dall' ACCUSATIVO!).

Altro esempio:

Ich weiß nicht woher du anrufst/anrufest= non so da dove telefoni

"SE" viene tradotto con "OB":

Ich weiß nicht ob er kommt/ komme = non so se viene/venga

Si vada alla lezione 95 (IL CONGIUNTIVO PRESENTE) per sapere come coniugare i verbi tedeschi in questo modo verbale.