Crea sito

LEZIONE 26: FRASI INTERROGATIVE E FRAGEWÖRTER

In questa lezione sarà spiegato come fare le domande in tedesco con i verbi al PRESENTE INDICATIVO, spiegato nelle lezioni 23 e 24Nelle lezioni successive sarà spiegato come fare le domande usando altri tempi verbali (lezione 89: INTERROGATIVE CON TEMPI COMPOSTI).

Ma prima, si osservino i seguenti vocaboli:

Die FRAGE, -N = la domanda

Die ANTWORT, -EN = la risposta  

Da queste due parole derivano i verbi FRAGEN (domandare, chiedere) ANTWORTEN  (rispondere) che sono entrambi DEBOLI e quindi regolari.

N.B.

Il verbo "Fragen", in tedesco, a differenza dell'italiano "chiedere, domandare", vuole sempre essere seguito dall' ACCUSATIVO, e non dal dativo! 

Il verbo "Antworten", invece, è intransitivo, e vuole essere seguito dalla preposizione AUF + accusativo (quando si specifica a cosa si risponde) oppure dal DATIVO (quando si specifica a chi si risponde).

Auf die Frage antworten = rispondere alla domanda     (AUF + ACCUSATIVO)

Antworte mir! = Rispondimi!    (DATIVO)

In tedesco le domande si formano invertendo il verbo PRINCIPALE col soggetto.

Vediamo un esempio:

AFFERMAZIONE: Du sprichst Deutsch = Tu parli tedesco

DOMANDA: Sprichst du Deutsch? = Tu parli tedesco?

Oppure:

AFFERMAZIONE: Er besucht einen Deutschkurs = Lui segue/ frequenta un corso di tedesco

DOMANDA: Besucht er einen Deutschkurs? = Lui segue/frequenta un corso di tedesco?

BESUCHEN (frequentare, visitare) è anch'esso un verbo REGOLARE.

Particelle interrogative (FRAGEWÖRTER)

La regola dell'inversione del verbo col soggetto per fare le domande viene rispettata anche quando è presente un pronome, aggettivo o avverbio interrogativo (particella interrogativa, o FRAGEWORT) all'inizio della frase:

Wer bist du? = Chi sei?

Ich bin.... = Io sono....

Riassumendo, regola per formare le domande in tedesco è questa:

1) IN ASSENZA DI PARTICELLA INTERROGATIVA (FRAGEWORT): inversione del verbo (all'indicativo presente) col soggetto (+ complementi o avverbi)

Verbo + soggetto + complementi o avverbi

2) IN PRESENZA DI PARTICELLA INTERROGATIVA (FRAGEWORT): particella + inversione del verbo (all'indicativo presente) col soggetto (+ complementi o avverbi)

Fragewort + verbo + soggetto + complementi o avverbi

Queste particelle si utilizzano tutte quante indistintamente sia nelle interrogative dirette che indirette (queste ultime sono le frasi in cui la domanda non è esposta in maniera esplicita, ma fa parte di una frase subordinata introdotta da un verbo che esprime dubbio, seguito da una particella interrogativa).

Wo bist du? = Dove sei?    (INTERROGATIVA DIRETTA)

Ich möchte wissen, wo er ist = gradirei sapere dov'è   (INTERROGATIVA INDIRETTA)

Nei paragrafi sottostanti saranno spiegate tutte le particelle interrogative o FRAGEWORT più utilizzate in tedesco.

WO, WOHIN, WOHER

In tedesco ci sono tre modi per chiedere "DOVE":

1) WO = dove?   (stato in luogo)

2) WOHIN = dove? (moto a luogo)  (con l'accento sulla I)

3) WOHER = da dove? (moto da luogo)  (con l'accento sulla E)

Si osservino gli esempi:

Wo wohnst du ? dove abiti?

Ich wohne in Berlin = io abito a Berlino

WO si usa per chiedere "dove" nel senso di STATO IN LUOGO, perciò si usa sempre nelle domande contenenti verbi di stato: WOHNEN (abitare)SEIN (essere), STEHEN (stare in piedi)LIEGEN (giacere, trovarsi),      SITZEN (stare seduto) ecc.

Wohin gehst du? = dove vai?   

Ich gehe nach Hause = vado a casa

WOHIN si usa per chiedere "dove" relativo al MOTO A LUOGO, perciò si utilizza nelle domande contenenti verbi di moto: GEHEN (andare a piedi)FAHREN (andare con un mezzo di trasporto)ZUSTEUERN (dirigersi) ecc.

"Wohin" si può anche spezzare in Wo + hin :

Wo gehst du hindove vai?

In questo caso, l'ordine di ciascun elemento della domanda è:

WO + verbo + soggetto + HIN

(La "H" di "HIN" è ben aspirata).

WOHER vuol dire invece "da dove" e si accompagna a verbi come KOMMEN (venire).

Woher kommst du? = da dove vieni?

Anche questa FRAGEWORT si può spezzare in Wo + her :

Wo kommst du her? = da dove vieni?

L'ordine di ciascun elemento della domanda è quindi:

WO + verbo + soggetto + HER

(La "H" di "HER" è ben aspirata)

WANN, WENN, ALS

In tedesco ci sono tre modi diversi anche per dire "QUANDO".

WANN = quando?

"Wann" si usa solo nelle frasi interrogative, dirette e indirette.

Wann kommst du zurück?Quando torni?

Ich weiß nicht, wann er zurück kommt = Non so quando torna

Nelle frasi affermative, per dire "quando" si usa invece "WENN":

Wenn die Arbeit vorbei ist = quando il lavoro è finito

ATTENZIONE

"Quando" nelle frasi affermative si dice anche "ALS". Tuttavia, "ALS" e "WENN" hanno due significati diversi:

WENN: si usa per parlare di un'azione futura o presente.

Wenn die Arbeit  vorbei ist = quando il lavoro è finito  (nel senso di "quando sarà finito")

(VORBEI non è un aggettivo ma un AVVERBIO, molto utilizzato in tedesco. Significa "finito, terminato" ed essendo un avverbio è indeclinabile. L'accento cade sul dittongo EI)

Inoltre:

WENN si usa anche per parlare di un'azione passata, ma che si è ripetuta più volte nel passato.

Wenn du vom (= von dem) Fahrrad fielst = quando cadevi dalla bicicletta

ALS: si usa per parlare SOLO di un'azione passata (e non anche presente e futura), ma che è avvenuta una sola volta nel passato.

Als du vom Fahrrad fielst = quando sei caduto dalla bicicletta

Als ich ein Kind war = quando ero bambino

Ricapitolando, "QUANDO"in tedesco si dice:

1) WANN: utilizzato nelle interrogative (dirette e indirette)

2) WENN: utilizzato nelle affermative per parlare di AZIONI PRESENTI, FUTURE e PASSATE che sono accadute regolarmente

3) ALS: utilizzato nelle affermative per parlare di AZIONI PASSATE accadute una sola volta

Per maggiori informazioni, si vada anche nel nuovo blog, dove sono spiegate in dettaglio le differenze e gli usi di WANN, WENN e ALS in tedesco ("QUANDO" E "SE" IN TEDESCO).

WARUM e WOZU

In tedesco ci sono modi diversi anche per chiedere "PERCHE'":

1) WARUM / WIESO = Perchè? (causa) 

2) WOZU = Perché? (scopo) 

L'accento tonico cade sempre sull'ultima sillaba.

Si osservino i seguenti esempi:

Warum fragst du das? Perché lo chiedi? (Per quale ragione o causa lo chiedi?)

Wozu fragst du das? = Perché lo chiedi? (Per quale scopo lo chiedi?)

Nelle risposte, e dunque nelle frasi affermative, "perchè" si dice "WEIL":

Warum/Wozu bist du hier? Perché sei qui?

Weil ich meine Schultasche vergessen habe = Perché ho dimenticato la mia cartella

(Nella lezione 77 sarà spiegato il perché dell'insolito ordine verbale della frase soprastante).

WIE e WIE VIEL

WIE = come?

Wie ist das Wetter? = Com'è il tempo?

Anche "WIE", come tutte le FRAGEWÖRTER, è utilizzato sia nelle frasi interrogative che nelle frasi affermative:

Du bist wie ein Vater für mich = Tu sei come un padre per me

(Dopo WIE il sostantivo è espresso nello stesso caso del 1° termine di paragone. Per questo "Ein Vater" è al nominativo come "Du").

Da "WIE" deriva:

WIE VIEL / WIEVIEL = quanto?

Wie viel ist das? = Quanto costa?

Oppure:

Wie viel kostet das? = Quanto costa?

Quando questa particella (WIE VIEL) viene usata come aggettivo PLURALE (ES. quanti libri, quanti soldi, ecc.), si deve declinare come un AGGETTIVO ATTRIBUTIVO (vai alla lezione relativa a questo argomento per saperne di più). Non si declina invece al SINGOLARE.

Wie viele Personen? = Quante persone?

Wie viel Geld? = Quanto denaro?

KOSTEN = costare (verbo REGOLARE

WER, WAS e loro declinazioni

In tedesco esistono anche due modi per dire "CHI":

1) WER = chi? (soggetto)

2) WEN = chi? (complemento oggetto)

Si osservino le seguenti frasi:

Wer ist dieses Kind? = chi è questo bambino?

Wen hast du gesehen? = chi hai visto?

Nella prima frase, "CHI" è il soggetto della domanda, mentre nella seconda è il complemento oggetto. Quindi, nella prima frase occorre dire WER (nominativo), nella seconda WEN (accusativo).

Per dire "COSA" si utilizza invece:

WAS = cosa? (soggetto e complemento oggetto)

Was ist das? cos'è questo (ciò) ?

Was hast du gesagt? cosa hai detto?

"WAS", come l'italiano "COSA", non fa distinzione tra soggetto e complemento oggetto.

Può inoltre significare "Quale/ quali" riferito a cose e oggetti inanimati:

Was sind deine Hobbies? = Quali sono i tuoi hobby?

Non solo, ma "WAS" esprime anche il dativo, e quindi il complemento di termine (anche se in tedesco è difficile tradurre l'espressione "a che cosa?" senza utilizzare una preposizione: vedi paragrafo sottostante).

Questo non vale per "WER", che al dativo diventa invece:

WEM = a chi? 

Wem gibst du die Einladung? = A chi dai l'invito?

E infine vi è:

WESSEN = di chi? di cosa? 

Wessen Regenschirm ist das? = Di chi è quest'ombrello?

"WESSEN" è riferito sia a persone che a oggetti.

Ricapitolando:

CHI: WER (nominativo), WEN (accusativo), WEM (dativo)

COSA: WAS (nominativo, accusativo e dativo)

DI CHI/ DI COSA: WESSEN (genitivo)

WER, WAS e le loro forme declinate sono utilizzate, oltre che nelle interrogative indirette, anche nelle frasi affermative, proprio come in italiano:

Wer nicht hören will, muss fühlen (detto tedesco) = Chi non svuole sentire con le orecchie, deve sentire con il cuore (o toccare con mano)

Ich verstehe, was du meinst = capisco quello/ciò che vuoi dire

In tedesco ci sono due verbi che significano "voler dire":

1) MEINEN che significa anche "pensare, avere in mente"

2) BEDEUTEN che significa anche "rappresentare, significare, avere importanza"  

Was meinst du damit? = Cosa vuoi dire/ pensi con questo?

Was bedeutet das? = Cosa vuol dire/ rappresentare?

Entrambi sono due verbi REGOLARI.

Per maggiore chiarezza sui pronomi interrogativi appena spiegati, si guardi anche la lezione 78: PRONOMI RELATIVI.

N.B.

Quando il pronome interrogativo è preceduto da preposizione, i due elementi non si separano:

Mit wem sprichst du gerade? = Con chi stai parlando?

Tuttavia, non si può far precedere WAS da una preposizione: bisogna trasformarlo in WO e unirlo alla preposizione stessa.

WOZU = per cosa? (perché?)

WOMIT = con cosa?

Quando vi è un incontro di vocali, bisogna interporre una "R":

WORAN = a cosa?

WORAUF = su cosa/ a cosa?

Anche questo argomento sarà spiegato in dettaglio nella lezione 78.

WELCHER / WELCHE / WELCHES

WELCHER (maschile) /WELCHE (femminile) / WELCHES (neutro) = quale?

Questa particella può essere utilizzata come aggettivo (e si declina come l'articolo determinativo):

Welche Farbe hat dein Haus? = Che colore ha la tua casa?

Ma può essere utilizzata anche come pronome (e si declina sempre come l'articolo determinativo).

Das HAUS = casa (sostantivo neutro)

Welches ist dein Haus? = Qual è la tua casa?

A differenza di "WAS", dal quale può essere sostituito quando è pronome, il pronome WELCHER/ WELCHE/WELCHES viene utilizzato quando si vuole discriminare un oggetto tra molti:

Was sind deine Hobbies? quali sono i tuoi hobby (in generale)?

Welche sind deine Hobbies? = quali sono i tuoi hobby (tra questi che ho elencato)?

Questa differenza tra WAS e WELCH- sarà spiegata in dettaglio nella lezione 78: PRONOMI RELATIVI.

Per avere maggiori informazioni su come fare le domande in tedesco, si vada alla lezione 89 (INTERROGATIVE CON TEMPI COMPOSTI), dove sarà spiegato come utilizzare i tempi verbali composti nelle domande.

Alla lezione 90 sono spiegate le INTERROGATIVE INDIRETTE, mentre alla lezione 92 le INTERROGATIVE NEGATIVE.