Crea sito

LEZIONE 46: BRAUCHEN E MÖGEN

Questa lezione verterà sull'uso dei verbi:

BRAUCHEN = bisognare, avere bisogno di

MÖGEN = piacere, gradire

"Brauchen"

"BRAUCHEN" è un verbo regolare tedesco che significa "AVERE BISOGNO DI".

A differenza dell'italiano, in tedesco è TRANSITIVO, infatti non ha bisogno di essere seguito da preposizione.

Ich brauche eine Packung Bonbons = ho bisogno/mi serve un pacchetto di caramelle

Brauchst du Hilfe? = Hai bisogno/ ti serve aiuto?

Essendo regolare, la sua coniugazione fa riferimento alla lezione 23.

PRESENTE INDICATIVO

ich brauche
du brauchst
er/sie/es braucht
wir brauchen
ihr braucht
sie/Sie brauchen

Il verbo "BRAUCHEN" serve anche a formare la frase fatta:

Das/es braucht Zeit = ci vuole tempo

La sua coniugazione e il suo uso verranno spiegati in dettaglio anche nella lezione 71: LA SCUOLA.

Oltre ad essere un verbo TRANSITIVO, ha la particolarità di NON reggere un verbo all'INFINITO come in italiano, ma sempre un sostantivo, ovviamente all' ACCUSATIVO.

ESEMPIO:

"Ho bisogno di dormire" in tedesco NON si dice "Ich brauche schlafen/ich brauche zu schlafen" ma:

Ich brauche Schlaf = ho bisogno di sonno

Der SCHLAF = sonno → dal verbo SCHLAFEN dormire

Quest'ultimo verbo (SCHLAFEN) è irregolare, e la sua coniugazione è già stata spiegata nella lezione 24 (PRESENTE INDICATIVO VERBI IRREGOLARI).

Quando occorre utilizzare un verbo all'infinito, bisogna sostituire BRAUCHEN col verbo modale MÜSSEN (dovere).

Ich muss schlafen = devo dormire

Questo perchè il verbo MÜSSEN esprime "dovere" nel senso di necessità personale, di "avere bisogno", e quindi è un buon sostituto di "BRAUCHEN" (vai alla lezione 98 per sapere come coniugare i VERBI MODALI).

"Mögen"

"MÖGEN" è un verbo molto utilizzato in tedesco, che significa "piacere".

A differenza di "BRAUCHEN", è però FORTEMENTE IRREGOLARE, in quanto appartiene alla categoria dei VERBI MODALI, che saranno spiegati nella lezione 98.

La sua coniugazione è infatti la seguente:

PRESENTE INDICATIVO:

ich mag
du magst
er/sie/es mag
wir mögen
ihr mögt
sie/Sie mögen

A differenza del verbo italiano "PIACERE", dove ciò che piace è il soggetto della frase mentre colui a cui piace è il complemento di termine, con MÖGEN il soggetto della frase è colui che compie l'azione di "gradire, amare", mentre la cosa che piace è il complemento oggetto. In questo, "mögen" è tale e quale al verbo "TO LIKE" inglese, o ai verbi "GRADIRE" e "AMARE" italiani.

Esempi:

Ich mag Kuchen = Mi/a me piacciono i dolci

Du magst deinen kleinen Hund = Ti/ a te piace il tuo cagnolino

Er magt Kaffee mit Sahne = Gli/ a lui piace il caffè con la panna

La cosa o persona che subisce l'azione di risultare gradita, essendo il complemento oggetto della frase, viene espressa ovviamente nel caso ACCUSATIVO.

In tedesco "mögen" viene utilizzato anche per tradurre il verbo "preferire", che si dice:

Am besten/liebsten mögen

Letteralmente significa "piacere di più".

Esempi:

Ich mag am besten Rote Rosen = mi piacciono di più/ preferisco le rose rosse

Die Biene fliegt zu den Blumen, die sie am liebsten mag = l'ape vola verso i fiori che le piacciono di più/ che preferisce

Il verbo MÖGEN presenta una caratteristica in comune col verbo BRAUCHEN: all'INDICATIVO PRESENTE, anch'esso vuole sempre essere seguito da un sostantivo (all'accusativo, ovviamente), mai da un infinito!

Infatti, quando si vuole esprimere un'azione che piace fare abitualmente, al posto di MÖGEN bisogna usare la formula:

soggetto + verbo che esprime l'azione + gerne ("volentieri")

Non si dice quindi:

Ich mag lesen = Mi piace leggere

Ma piuttosto:

Ich lese gerne = Leggo volentieri

Ciò non è più valido se MÖGEN viene usato in un tempo verbale diverso dall'indicativo presente. Tutto questo sarà  spiegato in dettaglio nella lezione 98.