STRANEZZE TEDESCHE

Quando si conoscono dei tedeschi, è facile individuare in loro alcune abitudini particolari che non sono condivise da nessun altro popolo. Alcune di queste possono far sorridere a prima vista (e a volte sono abitudini considerate strane anche da loro, che li fanno ridere di se stessi), ma derivano da una mentalità ben precisa che è sempre stata radicata all’interno della popolazione.

Innanzitutto il popolo teutone, a differenza di molti altri, è per cultura sempre ligio al dovere e dà un’estrema importanza all’ordine, considerando il caos quasi come un “nemico mortale”. Questa visione della vita ha delle origini ancestrali: anche nell’antica mitologia tedesca il caos era visto come un nemico degli dèi, un “gigante” che imperversava nel mondo e che le divinità creatrici dell’ordine cosmico avevano il dovere di sconfiggere (vai alla pagina su ODINO E GLI DEI GERMANICI per saperne di più). Per la stessa ragione, i tedeschi sono fedelissimi alla parola data e ai propri alleati, e raramente cambiano idea sulle loro scelte. Questo fa sì che all’occorrenza possano rivelarsi nemici spietati ma anche leali amici su cui poter contare sempre.

Questo estremo ordine del popolo tedesco e questa loro obbedienza cieca si manifesta in alcune abitudini che è possibile osservare frequentemente ogni volta che si ha a che fare con loro. Per esempio, i tedeschi:

  1. fanno due conti separati quando comprano due diversi oggetti nello stesso negozio;
  2. amano fare conti separati quando vanno con gli amici al ristorante;
  3. sempre al ristorante, preferiscono non fare modifiche al menù e attenersi fedelmente alle proposte dello chef;
  4. mantengono sempre una promessa e biasimano particolarmente chi non la mantiene;
  5. generalmente non tornano mai sulle loro decisioni;
  6. si ricordano sempre di una cattiveria o di un atto di generosità fatto verso di loro (possono essere quindi sia molto vendicativi che molto riconoscenti);
  7. si arrabbiano quando gli altri non sono puntuali ad un appuntamento, anche solo di pochi minuti;
  8. sono infastiditi dai cambiamenti di programma, anche quando strettamente necessari;
  9. specificano sempre prima le loro intenzioni verso gli altri, sia per un senso di ordine che di lealtà;
  10. eseguono sempre un ordine che viene dato loro, anche se non ne capiscono la ragione (naturalmente, se lo giudicano sbagliato hanno anche la volontà di non eseguirlo, sempre facendo le giuste rimostranze);
  11. sono rispettosi di tutti i divieti che leggono nei cartelli (anche perché in Germania le sanzioni sono molto più pesanti che altrove);
  12. non sentono ragioni quando gli altri infrangono un divieto anche per necessità (questo fa sì che in Germania sia più facile che altrove “trovarsi nei guai” con la legge, ma al tempo stesso questo garantisce strade tranquille e sicurissime);
  13. prendono sul serio tutto quello che viene detto loro;
  14. hanno strade e panchine per i bambini, e strade e panchine per gli adulti, e nessun abitante si sogna di utilizzare la strada o la panchina non fatta per loro;
  15. rispettano sempre il codice della strada e i limiti di velocità;
  16. si fermano al semaforo rosso anche quando non c’è nessuno, e magari sono pedoni (anche perché la polizia tedesca può fare gravi multe se questa norma non viene rispettata);
  17. la sera vanno a letto presto e non fanno rumore per non disturbare gli altri;
  18. parlano a bassa voce negli ambienti pubblici;
  19. hanno la tendenza ad essere più seri degli altri popoli (o perlomeno questo è ciò che fa la maggior parte di loro, infatti si possono trovare anche tedeschi con un gran senso dell’umorismo che ridono spesso; anzi, spesso in Italia il turista tedesco viene “accusato” di ridere a sproposito per qualsiasi cosa);
  20. non sopportano chi si veste in modo strano o non conforme alla pubblica decenza (anche questo non è sempre vero, infatti anche in Germania si possono trovare persone vestite in maniera che all’estero viene considerata strana, e nessuno dei loro connazionali ci trova nulla di ridicolo; inoltre non bisogna dimenticare che la Germania è la patria del nudismo!)
  21. sono diffidenti verso gli stranieri poiché meno rispettosi delle loro leggi (questo vale per molti tedeschi ma non necessariamente per tutti);
  22. non aprono mai nessun negozio o ufficio di domenica o per una festività;
  23. i negozi chiudono la sera molto presto;
  24. sono ecologisti e fanno spesso la raccolta differenziata (addirittura vengono pagati se comprano una bottiglia d’acqua minerale e restituiscono la bottiglia di plastica vuota nei bar!); per saperne di più, si vada alla pagina su I TEDESCHI E L’ECOLOGIA.
  25. tengono pulitissimi i luoghi pubblici.

Sempre per una questione di ordine e di profondo rispetto:

  1. i tedeschi si danno fra loro del “lei” anche quando sono giovani e coetanei;
  2. gli insegnanti danno del “lei” agli studenti una volta compiuti 16 anni;
  3. i giovani si aspettano sempre che venga dato loro del “lei”;
  4. gesticolano poco (questo non è sempre vero, infatti si possono trovare tedeschi più espansivi che gesticolano spesso);
  5. sono sempre gentili e galanti, tant’è vero che non rifiutano mai di far sedere un estraneo accanto a loro, a tavola o sui mezzi pubblici (anche quest’abitudine non è sempre vera, infatti si possono trovare anche tedeschi scortesi);
  6. non si baciano quando si incontrano (questa è un’abitudine italiana e francese);
  7. sono molto timidi e inibiti nelle loro relazioni sentimentali (questo vale solo per alcuni tedeschi, ma altri possono essere meno inibiti: le ragazze tedesche, ad esempio, hanno fama di essere molto più disinvolte rispetto a quelle sud europee);

Inoltre, a differenza di molti altri popoli come gli italiani, i francesi e gli americani, non danno all’estetica una grande importanza, perché per il popolo tedesco i valori importanti sono altri come: onore, ordine e lealtà. L’estetica – che pure ha un ruolo importantissimo in stupendi Land come la Baviera – viene coltivata meno rispetto ad altri Paesi, e di questo ne risente anche la moda. Infatti:

  1. molti tedeschi, soprattutto all’estero, si vestono coi sandali e le calze (quest’abitudine non è rispettata in patria, e molto probabilmente deriva dall’incertezza sul clima che verrà incontrato in un Paese estero);
  2. danno meno importanza al seguire una moda o al comprare un prodotto di marca rispetto ad altri popoli più attenti (questo non è sempre vero per tutti i giovani: ci possono essere anche ragazzi tedeschi che seguono con piacere i dettami della moda);
  3. non si preoccupano di vestire per forza eleganti in una grande occasione;

Inoltre, anche le famiglie tedesche sono molto diverse, soprattutto rispetto a quelle italiane e del sud Europa in generale. Infatti:

  1. i bambini e gli adolescenti sono molto più indipendenti;
  2. i genitori non coccolano i figli in pubblico;
  3. i bambini piccoli vanno a scuola già da soli (questo molto spesso perché i genitori devono entrambi lavorare);
  4. a 18 anni i ragazzi vogliono subito andare a vivere per conto proprio (ma non è detto che ci riescano);
  5. i ragazzi non hanno paura a viaggiare da soli e le ragazze non hanno paura a uscire di casa da sole di sera;
  6. le ragazze si fanno meno problemi a vivere sole e ad essere single.

La cucina tedesca è anch’essa molto particolare, e questo influenza le abitudini che i tedeschi hanno a tavola. Non deve stupire che:

  1. sulle tavole siano sempre presenti grossi boccali di birra;
  2. l’acqua da bere sia gassatissima, perciò non è considerato maleducato fare un “ruttino” mentre si sta a tavola. La ragione per cui l’acqua è così gassata è per dare un maggiore senso di dissetamento: in Germania sono presenti pochi bagni pubblici, e vi sono pesanti sanzioni per chi viene scoperto a fare pipì in luoghi pubblici come parchi e giardini;
  3. la colazione sia abbondante e spesso salata;
  4. il pranzo sia leggero e venga consumato spesso in piedi, magari con un semplice panino mangiato per strada (questo perché più conforme agli orari scolastici e degli uffici);
  5. l’insalata venga condita con delle salse anziché con l’olio e l’aceto (questi prodotti sono più tipici della dieta mediterranea);
  6. nel menù dei ristoranti, le alternative vegetariane sono più scarse rispetto al Sud Europa, e ancora meno quelle vegane (al Nord la vegetazione meno ricca permette poco la scelta vegetariana; inoltre carne, pesce e uova vengono consumate in abbondanza anche per scaldarsi).

Un’altra stranezza tedesca, che suona quasi come un controsenso rispetto al carattere apparentemente freddo e inibito che questo popolo ama sfoggiare, è il fatto che in Germania sia molto di moda il NUDISMO praticato in diverse spiagge e giardini, poiché considerato un modo di vivere più vicino alla condizione naturale dell’uomo.

Il nudismo iniziò ad essere praticato in Germania (e successivamente in Austria-Ungheria) alla fine dell’Ottocento come forma di liberazione dai dettami di una società che aveva reso l’uomo schiavo di diversi dogmi, e uno dei primi esponenti di questa filosofia fu Hans Suren, autore del best-seller “Mensch und Sonne” (Essere umano e sole) del 1924.

A parte questo, tante altre abitudini sono soprattutto delle “dicerie” sul popolo tedesco: nonostante a volte si trovino persone che rispecchiano perfettamente le caratteristiche sopra elencate, ci sono anche le eccezioni, e tutto quello che è stato detto va preso come indicazione generale e non come regola fissa valida per chiunque.

Molte di queste abitudini sono condivise anche dal popolo austriaco, che presenta molti punti in comune con la Germania.

TORNA ALLA PAGINA DI CURIOSITA’