IL PIETISMO

Il Pietismo (in particolar modo si intende ” il Pietismo luterano”, da non confonderlo con quello svizzero) fu un movimento religioso tedesco sorto nel XVII a partire dal pastore protestante Philipp Jacob Spener, e che raggiunse il suo apice tra il 1690 e il 1740.

PHILIPP JACOB SPENER
Philipp Jacob Spener.

Questo movimento prese origine dal Luteranesimo, la dottrina protestante sorta dopo la riforma del XVI secolo e avviata dal monaco tedesco Martin Lutero per discostarsi dalla corruzione del Papato e dai dogmi non fedeli al messaggio originale cristiano di cui la Chiesa cattolica si faceva portavoce. Tuttavia, col tempo il Pietismo iniziò a discostarsi dalla dottrina luterana criticandone l’eccessivo rigore e l’attaccamento a questioni teologiche prive di importanza, nonché il principio secondo cui l’essere umano non avrebbe alcun ruolo attivo nella salvezza della propria anima in quanto essa è frutto di un semplice atto di misericordia da parte di Dio verso i suoi prescelti.

Il Pietismo, al contrario del Luteranesimo, predicava un reale e concreto coinvolgimento dell’uomo lungo il cammino spirituale che lo avrebbe condotto alla salvezza eterna, tutto questo mediante un atto individuale di conversione e di rinascita interiore.

La conversione totale del fedele sarebbe avvenuta solo attraverso una presa di coscienza dei propri errori e sentiti gesti di riparazione e di avvicinamento a Dio quali l’assidua preghiera, la lettura frequente della Bibbia e la dedizione ad atti di volontariato e di misericordia verso il prossimo. Tutto ciò aveva lo scopo di portare il fedele a vivere una propria esperienza mistica personale, non mediata da alcun ministro o istituzione religiosa, dopo la quale sarebbe avvenuta una rinascita o intima trasformazione dell’anima che lo avrebbe condotto in uno stato completamente nuovo, dal quale non sarebbe stato più in grado di cadere in errore, come san Paolo dopo la sua conversione al cristianesimo.

Per questo, più che le altre dottrine religiose, il Pietismo predicava la soggettività dell’esperienza religiosa, il disinteresse per i dogmi imposti dalle istituzioni e la concretizzazione delle dottrine evangeliche nella vita di tutti i giorni. La vita doveva essere vissuta pienamente al servizio della fede perché potesse avvenire il distacco dalla vita precedente e l’attuazione della salvezza eterna, e per fare questo era necessaria la chiusura in un mondo interiore privo di influenze fuorvianti da parte del mondo esterno.

Il movimento sorse dopo la pubblicazione dell’opera “Pia desideria” di P. J. Spener nel 1675, dove vennero per la prima volta esposte le dottrine del Pietismo. Quest’opera ebbe talmente successo da divenire il manifesto del movimento, ma fu soprattutto attraverso il discepolo di Spener, August Hermann Francke, che questa dottrina raggiunse fama internazionale. Su consiglio di Spener, poi, venne fondata l’Università di Halle, che divenne il centro del movimento religioso.

Il Pietismo si affermò sia in Germania che in Inghilterra, dove il movimento assunse le caratteristiche del Puritanesimo. Ebbe molto successo anche in Svizzera – dove nel XVI secolo era sorta la comunità religiosa di stampo pietista degli Amish – e in Olanda, dove erano presenti importanti comunità calviniste simpatizzanti con questa dottrina.

Al fine di poter intraprendere un cammino spirituale quanto più individuale, vennero fondate comunità laiche (collegia pietatis) nelle quali gruppi di fedeli laici si raccoglievano per pregare e leggere la Bibbia isolati dal resto del mondo. Una famosa comunità pietista ebbe origine nel XVIII secolo in Slesia, ad opera del conte Nikolaus Ludwig von Zinzendorf, che contribuì alla diffusione della dottrina.

Il Pietismo fu una fede presente in Germania fino al XIX secolo, negli ultimi decenni influenzato fortemente dal Romanticismo e dal Sentimentalismo. Oggi le correnti pietiste non sono più ufficialmente presenti nel mondo, ma alcuni loro dettami sopravvivono attraverso alcune religioni puritane.

(Se sei interessato, va anche alla pagina RELIGIONI DELLA GERMANIA).

 TORNA ALLA PAGINA DI CURIOSITA