GLI EDELWEISS

In Austria è rinomata la leggenda degli Edelweiss, ovvero delle “stelle alpine“, i fiori bianchi dalla forma stellata che crescono spontaneamente nelle zone di montagna, più precisamente sulle Alpi e sull’Appennino ligure.

EDELWEISS
Edelweiss. Pubblico dominio.

Questo fiore è veramente uno dei simboli dell‘Austria, proprio perché in estate se ne possono ammirare moltissimi a fioritura spontanea sulle vette delle montagne e sui dirupi di questo Paese, tant’è vero che la loro effige era presente anche sulle monete da 1 Scellino ed è presente anche sulle monete austriache da 2 centesimi di euro.

E’ tuttavia risaputo che non è possibile coglierne uno senza rischiare di cadere dalla vetta, perché il terreno su cui crescono è molto friabile, e non riesce a sostenere il peso del piede umano.

La ragione è spiegata in una famosa leggenda, la quale racconta del piccolo popolo degli Elfi Edelweiss, creature magiche della notte che, durante il giorno,riposano all’interno della corolla di questo fiore.

Un giorno, un uomo, incurante di questo piccolo mondo segreto, aveva colto uno dei bellissimi fiori, e proprio quello dentro al quale riposava il principino ereditario, primogenito del re e della regina degli Elfi.

La Fata della Montagna, loro amica, era intervenuta indignata lanciando una maledizione su chiunque avesse provato a cogliere nuovamente una Edelweiss: se ci avesse provato, infatti, sarebbe inevitabilmente caduto in un crepaccio e nessuno lo avrebbe mai più ritrovato.

Il re e la regina ebbero molti altri figli dopo quella brutta avventura, ma da quel giorno nessuno ha più potuto cogliere una stella alpina senza rischiare pericolosamente la vita.

La stella alpina fa parte del genere delle piante chiamate “Leopodium“, cioè “zampa di leone” o “piede di leone” in greco. Il nome scientifico della stella alpina è infatti “Leopodium Alpinum“.

TORNA AI MITI E ALLE LEGGENDE