FILOSOFI TEDESCHI

Tra il XVIII e il XX secolo, la Germania è stata patria di un grandissimo numero di filosofi e di illustri pensatori, i quali cercarono, attraverso la propria logica e lo sviluppo del pensiero, di capire la realtà circostante e di avere una visione del mondo (Weltenschauung) vicina il più possibile alla verità, conciliando tra loro la scienza (i cui progressi avevano nel frattempo cambiato radicalmente il modo di rapportarsi al mondo) e la fede, che ancora rimaneva un caposaldo della società a loro contemporanea.

Tra i primi filosofi, occorre citare GOTTFRIED WILHELM VON LEIBNIZ (1646 – 1716), che fu sia metafisico che grandissimo matematico, autore della teoria che vuole il mondo attuale costituito dalle “monadi” e come “migliore dei mondi possibili”. Dello stesso periodo è anche CHRISTIAN WOLFF (1679- 1754), fondatore dell’economia moderna.

Uno dei più importanti – se non il più importante filosofo tedesco in assoluto – è stato IMMANUEL KANT (1724 – 1804), fondatore del “kantismo” e di quella che venne da lui chiamata “rivoluzione copernicana della filosofia”, in quanto il suo pensiero cambiò totalmente la metafisica fino ad allora conosciuta ponendo il soggetto al centro della conoscenza al posto dell’oggetto, proprio come le scoperte di Copernico cambiarono il modo di pensare l’universo ponendo il sole, e non più la Terra, al centro dell’universo. Autore della “Critica della ragion pura”, “Critica della ragion pratica” e “Critica del giudizio”, ebbe come suo discepolo un altro grande filosofo, ovvero JOHANN GOTTLIEB FICHTE (1762 – 1814).

IMMANUEL KANT
Immanuel Kant . Immagine di pubblico dominio tratta dal sito di Wikipedia.org.

Altro importante filosofo tedesco fu FRIEDRICH SCHILLER (1759 -1805), grande amico dello scrittore, poeta e drammaturgo Johann Wolfgang Goethe e maestro dello scrittore, poeta e filosofo NOVALIS (1772- 1801). Vi sono poi da ricordare JOHANN WILHELM FRIEDRICH HEGEL (1770 – 1831), fondatore della scuola di pensiero chiamata “Sinistra hegeliana”, FRIEDRICH SCHELLING (1775- 1854) e ARTHUR SCHOPENAUER (1788 – 1860), ideatore del principio secondo cui il mondo è determinato dalla volontà dell’individuo.

Si ricordano inoltre LUDWIG FEUERBACH (1804 – 1872),  FRIEDRICH ENGELS (1820- 1895) e FRIEDRICH WILHELM NIETZSCHE (1844 – 1900). Quest’ultimo, autore del famosissimo libro “Così parlò Zarathustra” (Also sprach Zarathustra), fu uno delle menti più brillanti del XIX secolo, autore della teoria secondo cui l’uomo deve, per trovare la felicità e raggiungere un livello spirituale più avanzato, trasformarsi in qualcosa chiamato “Superuomo” (Übermensch), ormai resosi conto dell’inutilità della vita e della vuotezza degli ideali comunemente accettati della società.

FRIEDRICH WILHELM NIETZSCHE
Fotografia giovanile di Friedrich Wilhelm Nietzsche.

Degno di una menzione a parte è KARL MARX, chiamato in Italia anche CARLO MARX (1818 – 1883), fondatore del socialismo (assieme a Engels) e del movimento socio-economico e politico che da lui prende nome di “marxismo“, il quale, attraverso la sua opera “Il capitale” (Das Kapital), portò alla nascita del Comunismo russo nei primi anni del Novecento.

Carlo Marx.
Carlo Marx.

Altri famosi pensatori furono MAX STIRNER (1806 – 1856), fondatore dell’anarchismo, OSWALD SPENGLER (1880 – 1936) ERNST BLOCH (1885 – 1977)

Un grandissimo filosofo e scienziato tedesco fu inoltre il celeberrimo ALBERT EINSTEN (1879 – 1955), fondatore della “Teoria della relatività” o “Teoria della relatività ristretta”, la quale cambiò profondamente la concezione di tempo così come era sempre stata in passato. Secondo Einstein, muovendosi alla velocità della luce il tempo rallenta, poiché lo spazio si contrae mentre il tempo si dilata. Le sue teorie, formulate nel 1905, vennero confermate nel 1971. (Vai anche alla pagina GERMANIA FAMOSA – 3 del sito internet di “Parliamo Tedesco”, associato al blog, per avere maggiori informazioni su di lui e sulla sua vita).

Infine, occorre citare EDMUND HUSSERL (1859 – 1938), fondatore della fenomenologia, che fu professore universitario di Edith Stein, la santa tedesca divenuta patrona d’Europa.

(Vai anche alla pagina sul CIRCOLO DI VIENNA per avere informazioni sulla filosofia austriaca del XX secolo).

TORNA ALLA PAGINA DELLE CURIOSITA’