Crea sito

LEZIONE 5: GLI ARTICOLI E IL GENERE DEI SOSTANTIVI

Come è già stato anticipato nella lezione 1B (ORTOGRAFIA TEDESCA), le parole tedesche non sono solo di genere femminile o maschile, come in italiano, ma possono essere di genere:

- MASCHILE (Männlich)
- FEMMINILE (Weiblich)
- NEUTRO (Sächlich)

sia che si tratti di cose animate che inanimate.

Per quanto riguarda le cose animate, generalmente tutti i vocaboli che si riferiscono a donne sono femminili (madre, sorella, donna, ecc.) mentre tutti quelli che si riferiscono a uomini sono maschili (padre, fratello, ragazzo, uomo, ecc.). Questa regola viene rispettata anche dai nomi di mestieri quando si riferiscono o a uomini o a donne (es. attore è maschile, attrice è femminile). Solo alcune parole fanno eccezione (es. Mädchen: ragazza, che è neutro).

Invece, per quanto riguarda le cose inanimate, gli animali e le piante, non esiste una ragione precisa che determini se siano maschili, femminili o neutri. L'attribuzione del genere è puramente arbitraria, dettata dalla tradizione.

Tuttavia, si possono tenere a mente alcune regole che sono di aiuto per capirlo (vai anche alla pagina GENERE DELLE PAROLE che trovi nel blog associato al sito per avere maggior informazioni).

Bisogna infatti ricordare che sono MASCHILI tutti i vocaboli che si riferiscono a:

giorni della settimana: Montag, Dienstag, ecc.
mesi: Januar, Februar, ecc.
stagioni: Sommer, Winter, ecc.
punti cardinali: Norden, Osten, Süden, Westen.
pietre preziose: Diamant, Rubin, Saphir, Smaragd.
precipitazioni atmosferiche: Regen, Schnee, Sturm, ecc. (l'unica eccezione è GEWITTER = temporale, che è neutro).

Sono invece FEMMINILI:

- i nomi propri dei fiumi: Rhone (Rodano), Seine (Senna), Themse (Tamigi); poche sono le eccezioni.
i nomi degli alberi: Eiche (quercia), Linde (tiglio), ecc. Fanno eccezione quelli terminanti in "Baum", che sono tutti MASCHILI.
- i vocaboli terminanti per: ade, age, aille, ei, ie, ille, elle, ette, euse, ose, öse, ät, ur, ion, ung, ecc. anche se possono essere presenti delle eccezioni (MATROSE = marinario, ed è maschile!).

Esempi di parole femminili:

- Schokolade = cioccolata

- Frage = domanda

- Hose = pantaloni (in tedesco è singolare!)

Sono anche femminili:

- i sostantivi astratti terminanti in: schaft, heit, keit.

Esempi:

Freundschaft = amicizia

Freiheit = libertà

 Beständigkeit = stabilità

Infine, sono generalmente NEUTRI:

- i vocaboli derivati da verbi che iniziano per "GE" e terminanti in “T” e i vocaboli uguali all'infinito dei verbi: Geschäft (negozio), Leben (vita), Lernen (studio), ecc. anche se vi possono essere delle eccezioni.
quasi tutti i nomi di paesi stranieri: di solito sono quei Paesi davanti ai quali deve essere omesso l'articolo determinativo. I nomi di Paese non neutri sono sempre preceduti dall'articolo determinativo e in genere sono FEMMINILI oppure PLURALI (guarda in fondo alla pagina).
- i vocaboli con suffissi diminutivi: si vada alla lezione 20: DIMINUTIVI E VOCABOLI ASTRATTI.

Detto ciò, occorre dire anche che:

1) Generalmente i vocaboli che al singolare terminano per -E sono femminili:

Welle = onda   (in tedesco è femminile come in italiano)

Erdbeere = fragola  (in tedesco è femminile come in italiano)

Ma non è sempre vero:

Käse = formaggio    (in tedesco è maschile come in italiano)

Ochse = bue    (in tedesco è maschile come in italiano)

2) I vocaboli che finiscono per -ER sono quasi sempre maschili:

Müller = mugnaio (in tedesco è maschile come in italiano)

Fahrer = autista (in tedesco è maschile come in italiano)

ma anche in questo caso vi sono delle eccezioni:

Butter = burro  (in tedesco è femminile!)

Bier = birra  (in tedesco è neutro!)

(La regola è che questi vocaboli sono generalmente maschili quando il suffisso -ER indica la loro funzione, come il suffisso -TORE in italiano: Spieler → Giocatore).

Per conoscere il genere di una parola, dunque, non si può sempre fare affidamento sulle regole appena citate. E' invece necessario impararla a memoria insieme all’articolo determinativo che la precede

Gli ARTICOLI DETERMINATIVI utilizzati in tedesco, infatti, sono diversi a seconda che precedano un vocabolo maschile, femminile o neutro.

Pertanto, come è già stato detto nella lezione sull'ORTOGRAFIA TEDESCA, in queste lezioni ogni vocabolo sarà presentato sempre con davanti il suo articolo determinativo nel caso nominativo.

ARTICOLI DETERMINATIVI SINGOLARI

- DER (maschile)
- DIE (femminile)
- DAS (neutro)

Quindi:

Der Hund  = il cane   (indica che è una parola maschile)
Die Blume = il fiore    (indica che è una parola femminile)
Das Auto = la macchina, l'automobile (indica che è una parola neutra)

Ma...

In tedesco, qualunque sia il genere delle parole al singolare, l’articolo DETERMINATIVO PLURALE è sempre lo stesso per tutti, ed è DIE:

Die Hunde = i cani
Die Blumen = i fiori
Die Autos = le macchine

Quindi, mentre al singolare c'è una netta distinzione tra articolo determinativo maschile, femminile o neutro, al plurale non vi è alcuna distinzione.

L'ARTICOLO INDETERMINATIVO è invece costituito da:

- EIN (sia per il maschile che per il neutro)
- EINE (femminile)

Ein Hund = un cane
Eine Blume = un fiore
Ein Auto = una macchina

Ovviamente, essendo articoli indeterminativi, non hanno un plurale. Al posto del plurale di EIN/EINE si può usare l'aggettivo plurale EINIGE (alcuni) + sostantivo:

Einige Jungen = Alcuni ragazzi

Questo aggettivo non va confuso con EIGEN che significa "proprio, personale":

Ich lebe wohl mein eigenes Leben = io vivo bene la mia (propria) vita 

Meine eigene Meinung = la mia propria opinione

La declinazione di entrambi gli aggettivi (EINIG E EIGEN) sarà spiegata nella lezione sugli AGGETTIVI ATTRIBUTIVI.

Ma attenzione!

A differenza dell’italiano, in tedesco esiste anche un ARTICOLO INDETERMINATIVO NEGATIVO:

- KEIN (per il maschile e per il neutro)
- KEINE (per il femminile)

che in italiano può essere tradotto con “nessuno/a”:

- Kein Hund = nessun cane
- Keine Blume = nessun fiore
- Kein Auto = nessuna macchina

Questo articolo, a prima vista un po' strano, corrisponde a una forma contratta di NICHT EIN/EINE ("non uno/a").

Ad esempio, invece di dire:

Ich bin nicht ein Arzt = non sono un medico

In tedesco si preferisce dire:

Ich bin kein Arzt 

Dove "KEIN" è appunto la forma contratta di "NICHT EIN".

Quando utilizzato davanti al SOGGETTO della frase, il suo significato è esattamente quello dell'aggettivo indefinito "nessun/o".

Esempi:

Kein Hund ist böse = nessun cane è cattivo

Keine Blume überlebt den Winter = nessun fiore sopravvive all'inverno

Kein Auto ist billig = nessun'auto è economica

Si vada alla lezione 12 (FRASI NEGATIVE 1) per saperne di più sull'uso di KEIN.

Omissione degli articoli determinativi

A differenza dell'italiano, in tedesco vi sono dei casi in cui il sostantivo non deve essere preceduto dall'articolo.

Per esempio, non deve essere posto l'articolo determinativo davanti a:

1) NOMI DI PAESI, STATI, CONTINENTI E CITTA'

Vengo dalla Germania Ich komme aus Deutschland

Abito a Berlino = Ich wohne in Berlin

Fanno però eccezione alcuni nomi di Paesi che vogliono sempre l'articolo davanti. Si tratta dei nomi di Paese FEMMINILI o PLURALI:

DIE Schweiz = la Svizzera
DIE Niederlande = l'Olanda
DIE Vereinigten Staaten = Gli Stati Uniti
DIE Türkei la Turchia
ecc.

Vengo dalla Svizzera = Ich komme aus der Schweiz

I nomi dei Paesi vogliono comunque tutti l'articolo quando non indicano il Paese in generale, ma il Paese in una determinata condizione o situazione:

Das schöne Bayern = La bella Baviera

2) SOSTANTIVI CHE IN ITALIANO SAREBBERO PRECEDUTI DALL' ARTICOLO PARTITIVO 

Nera come l'ebano/ dell'ebano = so schwarz wie Ebenholz

3) CONCETTI GENERICI E LINGUE

Mi piace la panna = Ich mag Sahne

Io parlo il tedesco = Ich spreche Deutsch 

Nei casi specifici, invece, l'articolo è sempre utilizzato come in italiano.

4) TITOLI ACCADEMICI, NOBILIARI O ONORIFICI

Il signor Brantner = Herr Brantner

Il dottor Meyer = Doktor Meyer

Il conte Dracula = Graf Dracula